Gerbido (Piacenza)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gerbido
frazione
Centro di Gerbido
Centro di Gerbido
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Provincia Provincia di Piacenza-Stemma.png Piacenza
Comune Piacenza-Stemma.png Piacenza
Territorio
Coordinate 45°03′17″N 9°44′52″E / 45.054722°N 9.747778°E45.054722; 9.747778 (Gerbido)Coordinate: 45°03′17″N 9°44′52″E / 45.054722°N 9.747778°E45.054722; 9.747778 (Gerbido)
Altitudine 47 m s.l.m.
Abitanti 296 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale 29122
Prefisso 0523
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Gerbido
Gerbido

Gerbido è una frazione del comune di Piacenza.

La frazione è situata a nord-est della città di Piacenza, dal cui centro dista circa 6km, non lontano dal fiume Po, ad un'altezza di 47 m.l.s.m.

La Campagna nelle vicinanze di Gerbido

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Nelle sue vicinanze si trovano l'inceneritore comunale, sito in località Borgoforte, le autostrade A1 e A21 ed il relativo casello[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal 1806, con l'istituzione della Mairie francese, e, dopo che con un decreto napoleonico nel 1812 la città di Piacenza era stata limitata alla circonvallazione attorno alle mura, è stato frazione di Roncaglia[2].

Nel 1821 il comune cambia sede da Roncaglia a Mortizza, paese situato 3 km nord di Gerbido[2]. Con la soppressione del comune[3] è entrato a far parte del comune di Piacenza.

Nella frazione era attiva una scuola elementare, il cui funzionamento è cessato nel 1987[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Apertura bretella tra Piacenza Sud, Gerbido e Mortizza ilpiacenza.it
  2. ^ a b Guida dell'archivio di stato di Piacenza, Parte IIIarchiviodistatopiacenza.beniculturali.it
  3. ^ Archivio del comune di Mortizza con aggregati archivi.ibc.regione.emilia-romagna.it
  4. ^ Scuole elementari di Piacenza archiviositatopiacenza.beniculturali.it
Emilia Portale Emilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Emilia