George Seifert

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
George Seifert
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Ritirato 2001
Carriera
Giovanili
Utah Utes
Carriera da allenatore
1980-1996 San Francisco 49ers
1999-2001 Carolina Panthers
Statistiche aggiornate al 5 marzo 2014

George Seifert (San Francisco, 22 gennaio 1940) è un allenatore di football americano statunitense che ha vinto due Super Bowl come capo-allenatore dei San Francisco 49ers della National Football League (NFL).

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Seifert iniziò la carriera da assistente allenatore nella NFL con i San Francisco 49ers di Bill Walsh nel 1980 come allenatore dei defensive back. Nel 1983 fu promosso al ruolo di coordinatore difensivo. In tutti i suoi sei anni come coordinatore, la difesa della squadra si classificò nella top ten per della lega per minor numero di punti subiti, vincendo tre Super Bowl.

Nel 1989, dopo il ritiro di Walsh, fu scelto come suo successore. È uno dei soli tredici allenatori ad avere vinto più di un Super Bowl, vincendo in maniera dominante nel 1989 e nel 1994. Nel Super Bowl XXIV divenne il primo allenatore al debutto a vincere un Super Bowl da quando Don McCafferty aveva portato i Baltimore Colts alla conquista del Super Bowl V. Complessivamente, Seifert vinse cinque Super Bowl coi 49ers, uno dei soli 17 uomini ad avere vinto cinque o più titoli. Si dimise nel 1996[1] e passò ai Carolina Panthers nel 1999 nel doppio ruolo di capo-allenatore e general manager. Concluse le prime due stagioni rispettivamente con record di 8-8 e 7-9, prima di una disastrosa stagione 2001 in cui, dopo avere vinto la prima gara, perse tutte le successive 15, venendo licenziato a fine anno.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

San Francisco 49ers: XIV, XXIX
San Francisco 49ers: 1989, 1994

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 49ers Select Mariucci As Seifert's Successor (New York Times), 17 gennaio 1997. URL consultato il 5 marzo 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]