Gens Anicia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La gens Anicia fu una gens romana attiva sulla scena politica sin dalla fine del IV secolo a.C., ma particolarmente fiorente tra il IV e il VI secolo quando raggiunse l'apogeo delle sue fortune. Il primo membro illustre della gens fu Lucio Anicio Gallo, console nel 160 a.C. Questa gens annovera tra i suoi membri anche tre pontefici, Felice III (II), Agapito I e Gregorio I.

I tria nomina usati dalla gens[modifica | modifica wikitesto]

Gli Anicii usarono regolarmente i praenomina «Lucius», «Amnius», «Quintus», «Sextus», «Marcus», «Gnaeus», «Titus», «Gaius», «Aurelius», «Petronius» e «Flavius» per gli uomini e «Tyrrenia» e «Demetrias» per le donne. I cognomina utilizzati dalla gens Anicia furono «Praenestinus», «Gallus», «Faustus», «Paulinus», «Auchenius», «Bassus», «Proba», «Faltonia», «Iulianus», «Hermogenianus», «Olybrius», «Maximus», «Boëthius» e «Albinus».

Membri illustri della gens[modifica | modifica wikitesto]

Stemmata[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]