Amnio Anicio Giuliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Amnio Anicio Giuliano (latino: Amnius Anicius Iulianus; fl. 322-329; ... – ...) fu un politico dell'Impero romano.

Anicio Giuliano era membro della gens Anicia, discendente da un ramo originario della Byzacena che aveva raggiunto il patriziato alla metà del III secolo. Suo figlio fu Amnio Manio Cesonio Nicomaco Anicio Paolino, console del 334.

Giuliano fu console del 322 e praefectus urbi dal 13 novembre 326 al 8 settembre 329. Lucio Aurelio Avianio Simmaco lo definì il più ricco e influente personaggio della sua epoca, e gli dedicò un epigramma.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Lizzi Testa, Rita, Senatori, popolo, papi: il governo di Roma al tempo dei Valentiniani, EDIPUGLIA, 2004, ISBN 88-7228-392-2, p. 366.
Predecessore
Flavio Giulio Crispo Cesare II,
Flavio Claudio Costantino Cesare II,
Imperatore Cesare Valerio Liciniano Licinio Augusto IV,
Valerio Liciniano Licinio Cesare
Console romano
322
con Petronio Probiano
Successore
Acilio Severo,
Vettio Rufino
Predecessore
Acilio Severo
Praefectus urbi
13 novembre 326 - 8 settembre 329
Successore
Publilio Optaziano Porfirio
Antica Roma Portale Antica Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Roma