Anicio Fausto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Anicio Fausto (in latino: Anicius Faustus; floruit 298-300; ... – ...) è stato un politico romano dell'Impero.

Prima del 298 fu console suffetto, in quanto il consolato del 298 fu il suo secondo. Tra il 299 e il 1º marzo 300 fu praefectus urbi.

Fu forse figlio di Sesto Cocceio Anicio Fausto Paolino, e forse va identificato con (o era fratello di) Sesto Anicio Fausto Paoliniano; potrebbe essere stato il padre di Amnio Anicio Giuliano e Sesto Anicio Paolino.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jones, The Prosopography of the Later Roman Empire

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Console romano Successore
Massimiano V,
Galerio II
298
con Virio Gallo
Diocleziano VII,
Massimiano VI
Predecessore Praefectus urbi Successore
Artorio Massimo 299 - 1º marzo 300 Pompeio Appio Faustino