Gavia immer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Strolaga maggiore
Common Loon with chick.jpg
Gavia immer
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Gaviiformes
Famiglia Gaviidae
Genere Gavia
Specie G. immer
Nomenclatura binomiale
Gavia immer
Brunnich, 1764

La strolaga maggiore (Gavia immer Brunnich, 1764) è un uccello acquatico appartenente alla famiglia Gaviidae.[2]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La strolaga maggiore è un uccello migratore che si riproduce nei laghi forestali e nei grandi stagni degli Stati Uniti settentrionali, oltre che in alcune aree dell’Islanda e della Groenlandia. Sverna lungo tutta la costa nord-americana, sia sul versante pacifico che su quello atlantico, in Europa e in Islanda.[3] Il suo habitat preferenziale come quello di tutti gli uccelli acquatici, sono laghi, stagni, e corpi d'acqua.

Descrizione e Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Le strolaghe hanno occhi di un rosso non comune, testa e collo neri, con striature, macchie e punti biancastri sul dorso. Si nutrono principalmente di pesci e invertebrati, possono raggiungere i 91 centimetri di lunghezza e pesare fino a 5 chilogrammi. I loro predatori sono svariati e possono colpire da tutte le direzioni: si va da uccelli quali il gabbiano, il corvo e la cornacchia, a pesci come il luccio, fino a mammiferi terrestri quali ad esempio il procione, la donnola e la puzzola.

Le strolaghe nidificano lungo le rive lacustri e covano le loro uova per un periodo di 27-30 giorni. Durante il loro primo giorno di vita, i piccoli lasciano il nido e nell’arco di 11 settimane sono in grado di volare. Le strolaghe sono al centro di numerose leggende dei Nativi Americani e a tutt’oggi gli Inuit ne cacciano legalmente, a fini di sussistenza, fino a 4.500 esemplari l’anno. La popolazione delle strolaghe è al momento stabile, ma non mancano le minacce all’orizzonte, tra cui figurano l’inquinamento e l’espansione degli insediamenti umani.[4]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Gavia immer, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.3, IUCN, 2017.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Gaviidae, in IOC World Bird Names (ver 6.2), International Ornithologists’ Union, 2016. URL consultato il 6 maggio 2014.
  3. ^ Strolaga Maggiore, in National Geographic. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  4. ^ Strolaga Maggiore, in National Geographic. URL consultato il 7 febbraio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85028996
Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli