Galactica (astronave)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Galactica
Battlestar Galactica (astronave).PNG
Profilo
Tipo Base Stellare Classe Galactica
Designazione BSG-75
Fazione 12 Colonie, Flotta Coloniale
Comandante William Adama
Dati tecnici
Armamento
  • Armi di diverso tipo e calibro
  • Missili convenzionali e nucleari
  • Navette Raptor e caccia Viper Mark II
Equipaggiamento 2650
Lunghezza 1,445 km[1]

Il Galactica è un'astronave della serie televisiva omonima e del remake di quest'ultima Battlestar Galactica. In entrambe le serie si fa riferimento alla sua classe di appartenenza con la denominazione "battlestar", tradotto nel doppiaggio italiano con "base stellare".

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costituisce una delle prime dodici basi stellari di classe Jupiter costruite delle varie colonie, ognuna in rappresentanza di uno dei dodici pianeti. Il Galactica rappresenta il pianeta Caprica. Nella serie remake, c'erano circa 120 basi stellari in servizio prima dell'attacco dei cyloni. Basandosi sui fatti accaduti nella miniserie il Galactica ha circa 50 anni ed entrò in servizio durante i primi anni della Guerra dei Cyloni, sotto il comando del Comandante Nash. Durante la guerra, il Galactica faceva parte del Gruppo Stellare 75 (BSG-75), una forza coloniale descritta dal creatore della serie Ronald D. Moore come una forza mista di vascelli in qualche modo simile ad un gruppo da battaglia della Marina degli Stati Uniti. Ogni gruppo stellare era costituito da una o più basi stellari.

Le prime basi stellari vennero costruite senza una rete informatica interconnessa per evitare che i cyloni infiltrassero i sistemi della nave. Il punto di forza era basato più sulla grandezza e sulla forza di fuoco che sui sistemi informatici (Miniserie).

Alla fine della Prima Guerra su dodici Basi Stellari costruite ne sopravvissero solo tre: il Galactica, la Athena e una terza non nominata.

Durante la pace con i cyloni furono costruite nuove navi di classe Jupiter, prima di essere superate da quelle di classe Mercury. Col passare degli anni le altre navi vennero aggiornate o messe in disarmo per fare posto a navi nuove e più moderne come la Pegasus. Il Galactica rimase l'ultima nave senza sistemi informatici interconnessi ciò la rende unica (Miniserie).

Il Galactica doveva essere messo in disarmo dopo il suo ritiro dalla Flotta Coloniale come vascello operativo. Era sul punto di diventare una nave museo; un museo in commemorazione della Guerra dei cyloni combinato con un centro educativo. Il ritiro doveva essere controllato dall'ultimo comandante della nave, William Adama. Prima ancora della cerimonia di disarmo furono ritirati tutti i caccia spaziali da combattimento tranne una brigata di Viper Mark VII e 20 Viper Mark II che erano destinati al museo.

Con la fine della pace tra umani e Cyloni, il Galactica dimostrò ancora una volta la sua robustezza resistendo ad un missile nucleare ed attaccando due basi stellari. Ciò permise a molte navi civili di scappare dal campo di battaglia, che insieme al Galactica si mettono alla ricerca del pianeta Terra, ormai dimenticato. Il Galactica essendo l'unica nave da battaglia diventa la protettrice della flotta, che è composta ad eccezione della Pegasus (2. stagione) esclusivamente da navi civili.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • A causa della sua età, la nave è ufficiosamente conosciuta come "Il Secchio" dagli equipaggi del Galactica e della Pegasus.[2] Un altro soprannome usato dall'equipaggio è "La Grande G" (un possibile omaggio al soprannome della portaerei della seconda guerra mondiale USS Enterprise, "La Grande E"). Negli ultimi episodi della serie è anche indicata come "La Vecchia Signora".
  • Il Galactica subì gravi danni durante il raid su New Caprica, e il suo scafo ora è visibilmente più scuro con punti di bruciatura e impatti di missili. Il ponte dell'hangar di dritta, che è stato convertito in un museo prima del pianificato disarmo del Galactica, è stato usato per ospitare rifugiati civili di New Caprica dopo l'evacuazione, e venne soprannominato "Campo Macchia di Petrolio". Il Maggiore Lee Adama informa il Galactica che il loro Raptor è in avvicinamento al ponte di atterraggio di dritta, il quale indica che l'hangar di volo di dritta sta tornando operativo.[3][4]
  • Il Galactica fu usato ancora una volta per ospitare passeggeri della flotta durante il viaggio attraverso un'intensa nuvola di gas, lasciando i vascelli della flotta con equipaggi minimi con medicine anti-radiazioni (ma non è chiaro se i passeggeri abbiano fatto ritorno ai loro vascelli nel lasso di tempo tra Il passaggio e L'occhio di Giove).[5]
  • 300 passeggeri addizionali vengono visti essere trasferiti sul ponte dell'hangar di dritta, e l'area venne chiamata "Dogville" dall'equipaggio del Galactica.[6] Appena arrivato, ogni passeggero è visitato dai dottori civili e dallo staff medico. In più, sul ponte dell'hangar di dritta, adesso c'è un bar chiamato "da Joe". Si trova dietro un'area di stivaggio, e possiede un tavolo da biliardo, un'area per il gioco della Piramide, ed un Viper Mark-2 molto danneggiato proprio sopra il bar.[7]
  • Il Galactica è stato visto sopportare colpi di armi nucleari. Nonostante la nave sia stata danneggiata, è ancora operativa.[2] Non è chiaro quanto potenti siano le armi nucleari dei cyloni contro lo scafo del Galactica, visto che le testate sono detonate fuori dal vascello, la maggior parte dell'energia sarebbe stata diretta e attenuata nell'area di minima resistenza: lo spazio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ BSG CGI designer Mojo reveals the size of the battlestars
  2. ^ a b Battlestar Galactica: episodio 2x17, Onore al merito.
  3. ^ Battlestar Galactica: episodio 3x6, Torn [Odio e rancore].
  4. ^ Battlestar Galactica: episodio 3x7, A Measure of Salvation [Odio e rancore].
  5. ^ Battlestar Galactica: episodio 3x10, The Passage [Il passaggio].
  6. ^ Battlestar Galactica: episodio 3x14, The Woman King [Il medico della morte].
  7. ^ Battlestar Galactica: episodio 3x13, Taking a Break from All Your Worries [Un attimo di pausa].

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Fantascienza Portale Fantascienza: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fantascienza