Fusobacterium nucleatum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Fusobacterium nucleatum
Immagine di Fusobacterium nucleatum mancante
Classificazione scientifica
Dominio Prokaryota
Regno Bacteria
Phylum Fusobacteria
Classe Fusobacteriia
Ordine Fusobacteriales
Famiglia Fusobacteriaceae
Genere Fusobacterium
Specie F. nucleatum
Nomenclatura binomiale
Fusobacterium nucleatum
Knorr, 1922

Fusobacterium nucleatum è un batterio commensale della cavità orale umana, che svolge un ruolo nella patologia parodontale. Questo organismo viene comunemente ritrovato in diverse monoculture e colture miste di infezioni microbiche negli esseri umani e negli animali.

Patologia[modifica | modifica wikitesto]

Parodontite[modifica | modifica wikitesto]

È un componente chiave della placca parodontale grazie alla sua abbondanza e alla sua capacità di coaggregarsi con altre specie di batteri del cavo orale.[1][2]

Nascite pretermine[modifica | modifica wikitesto]

La ricerca suggerisce una correlazione tra la malattia parodontale causata da F. nucleatum e le nascite pretermine negli esseri umani. In molti studi, le cellule di F. nucleatum sono state isolate dal liquido amniotico, dalla placenta e dalle membrane corioamnioniche di donne che hanno partorito prematuramente. Inoltre, è stato riscontrato che topi di laboratorio inoculati (direttamente nel sangue) con F. nucleatum partoriscono prematuramente e la patologia dell'infezione sembra rispecchiare le osservazioni effettuate nell'uomo.[3] Insieme, queste ricerche forniscono la prova di una possibile connessione causale tra la malattia parodontale causata da F. nucleatum e alcuni casi di parto pretermine. F. nucleatum può anche essere isolato dal microbioma vaginale, specialmente nelle donne con una condizione nota come vaginosi batterica.[4] Sia la colonizzazione vaginale da F. nucleatum che la vaginosi batterica sono state anche associate a parto pretermine e infezioni all'interno dell'utero.[5] Pertanto, il parto pretermine derivante da infezioni causate da F. nucleatum potrebbe anche derivare da un'infezione invasiva nel tessuto uterino originato dalla vagina colonizzata.

Cancro al colon[modifica | modifica wikitesto]

F. nucleatum ha un'associazione dimostrata con il cancro del colon. Specie di Fusobacterium sono state trovate in quantità maggiori in alcuni tipi di tumori del colon rispetto al tessuto del colon circostante o al colon di individui sani, ma non è chiaro se questa sia una correlazione indiretta o un nesso causale. È stato descritto un meccanismo distintivo mediante il quale F. nucleatum crea un ambiente pro-infiammatorio che favorisce la crescita del tumore attraverso il reclutamento di cellule immunitarie infiltranti il tumore, che, a differenza di altri batteri legati al carcinoma del colon-retto, non esacerbano altri processi patologici come colite, enterite e carcinogenesi intestinale associata a infiammazione. Ciò suggerisce una carcinogenesi diretta e specifica.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ V. Kapatral, I. Anderson e N. Ivanova, Genome Sequence and Analysis of the Oral Bacterium Fusobacterium nucleatum Strain ATCC 25586, in Journal of Bacteriology, vol. 184, n. 7, 2002, pp. 2005–18, DOI:10.1128/JB.184.7.2005-2018.2002, PMID 11889109.
  2. ^ Fusobacterium nucleatumin Periodontal Health and Disease, in Current Issues in Molecular Biology, 2011, DOI:10.21775/cimb.013.025.
  3. ^ Y. W. Han, R. W. Redline e M. Li, Fusobacterium nucleatum Induces Premature and Term Stillbirths in Pregnant Mice: Implication of Oral Bacteria in Preterm Birth, in Infection and Immunity, vol. 72, n. 4, 2004, pp. 2272–9, DOI:10.1128/IAI.72.4.2272-2279.2004, PMID 15039352.
  4. ^ The normal vaginal flora, H2O2-producing lactobacilli, and bacterial vaginosis in pregnant women, in Clinical Infectious Diseases, 16 Suppl 4, 1993, pp. S273–81, DOI:10.1093/clinids/16.supplement_4.s273, PMID 8324131.
  5. ^ Vaginal indicators of amniotic fluid infection in preterm labor, in Obstetrics and Gynecology, vol. 97, n. 2, 2001, pp. 211–9, DOI:10.1016/s0029-7844(00)01146-7, PMID 11165584.
  6. ^ Aleksandar D. Kostic, Eunyoung Chun e Lauren Robertson, Fusobacterium nucleatum Potentiates Intestinal Tumorigenesis and Modulates the Tumor-Immune Microenvironment, in Cell Host & Microbe, vol. 14, n. 2, 2013, pp. 207–15, DOI:10.1016/j.chom.2013.07.007, PMID 23954159.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]