Frieda Fromm-Reichmann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Frieda Fromm-Reichmann (Karlsruhe, 23 ottobre 1889Rockville, 28 aprile 1957) è stata una psichiatra tedesca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce in una famiglia ebraica ortodossa appartenente alla classe media e compie gli studi di medicina a Koenigsberg, dove si laurea ventiquattrenne con una tesi sui disturbi pupillari nella schizofrenia. Nel 1920 si reca a Dresda da Johannes H. Schultz, l'inventore del training autogeno e inizia un'analisi personale condotta prima con Wilhelm Wittenberg e poi con Hanns Sachs, che dura fino al 1927. Nel 1926 pone le basi per un istituto psicanalitico che collabora con il famoso Istituto di Ricerca sociale di Max Horkheimer, la Scuola di Francoforte, Tra i fondatori c'è Erich Fromm, di undici anni più giovane di lei e suo ex paziente, con cui si sposa il 16 giugno del 1926 e da cui si separa nel 1931 per poi divorziare negli Stati Uniti nel 1935[1], dove si è rifugiata a seguito della salita al potere di Adolf Hitler. I suoi libri, pubblicati in inglese, furono successivamente tradotti in tutto il mondo[2].

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Principles of intensive psychotherapy, Chicago, University of Chicago Press, 1950
  • Psychoanalysis and psychotherapy, Chicago, University of Chicago Press, 1959

Traduzioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • Principi di psicoterapia, Milano, Feltrinelli, 1962
  • Psicoanalisi e psicoterapia, Milano, Feltrinelli, 1964

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Joanne Greenberg, Premessa di Giovanni Del Missier, in Non ti ho mai promesso una giardino di rose, Roma, L'Asino d'oro edizioni, 2015, p. XI, ISBN 978-88-6443-330-1.
  2. ^ Worldcat

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Joanne Greenberg, Non ti ho mai promesso un giardino di rose, Roma, L'Asino d'oro, 2015, ISBN 978-88-6443-330-1
  • Gerda Siebenhüner, Frieda Fromm-Reichmann: Pionierin der analytisch orientierten Psychotherapie von Psychosen, Giessen, Psychosozial-Verlag, 2005
  • Gail A. Hornstein, To Redeem One Person Is to Redeem the World: the Life of Frieda Fromm-Reichmann, New York, Other Press, 2000
  • Angelika Schönhagen, Frieda Fromm-Reichmann: Leben und Werk, Mainz, 1980

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN66549797 · LCCN: (ENn88046174 · ISNI: (EN0000 0000 8146 0412 · GND: (DE105683353 · BNF: (FRcb12393872m (data)