Franco Paludetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Franco Erminio Adolfo Paludetti[1] noto semplicemente come Franco Paludetti o con lo pseudonimo di Palù (Milano, 5 ottobre 1924Milano, 8 marzo 2008) è stato un fumettista italiano.

Il suo lavoro su Diabolik lo rende uno dei più importanti fumettisti italiani.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Paludetti esordisce nel fumetto verso la fine degli anni quaranta, con una serie dell'editore Tristano Torelli, la striscia Sciuscià, firmata insieme a Ferdinando Tacconi.

Dal 1958 inizia a collaborare con editori francesi e inglesi, utilizzando anche lo pseudonimo Palù, per poi dedicarsi all'animazione presso la milanese Gamma Film.

Nel 1972 giunge al fumetto nero Diabolik, inizialmente occupandosi di inchiostrazione, per poi divenirne uno dei disegnatori di punta fino a qualche anno prima della sua scomparsa.

Riposa nella sua Milano, al Cimitero di Chiaravalle, nella tomba 11 del Campo D[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Così appare identificato nei registri cimiteriali milanesi, consultabili tramite l'applicazione per dispositivi mobili "Not 2 4get"
  2. ^ Comune di Milano, App di ricerca defunti Not 2 4get.
Controllo di autorità VIAF: (EN90379774 · SBN: IT\ICCU\UBOV\067144