Brenno Fiumali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Brenno Fiumali (Reggio Emilia, 26 maggio 1933Milano, 10 agosto 2006) è stato un fumettista italiano. Fu autore delle prima copertina della serie a fumetti Diabolik, divenendone poi direttore artistico fino alla morte.[1][2][3]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a collaborare giovanissimo con la casa editrice Astoria di Gino Sansoni come grafico e illustratore, spesso di copertine ad argomento fantascientifico[4] come ad esempio il tascabile mensile Super fantascienza illustrata fra il 1961 e il 1962; scrive anche qualche racconto pubblicati poi nelle stesse testate dell'editore.[2] Per lo stesso editore contribuisce a decine di testate fra le quali Bertoldo, Alboromanzo Vamp, Zakimort, Teddy Bob, Horror, Vip.[senza fonte]

Come grafico collabora anche alla testata Diabolik dell'editrice Astorina realizzando la copertina del primo numero nel 1962 ed entrandone stabilmente nella redazione dal 1975 come direttore artistico oltre che come inchiostratore degli albi al fianco di Franco Paludetti.[4][2] È nel volume Diabolik della collana "Quaderni del fumetto italiano" del 1992, dell'editore Paolo Ferriani, che venne reso noto per la prima volta ufficialmente che è lui l'autore della copertina.[5]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Racconti

  • L'uomo di Crescenzago (1961) racconto[6][7]
  • La principessa dell'asteroide (1961) racconto[8][7]
  • Incontro col mostro (1961) racconto[9][7]
  • Si chiude alle venti (1962) racconto[10][7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Redazione, Addio Brenno ∂ ThrillerMagazine, su ThrillerMagazine. URL consultato il 4 marzo 2019.
  2. ^ a b c FFF - Brenno FIUMALI, su lfb.it. URL consultato il 4 marzo 2019.
  3. ^ IL MISTERIOSO ZARCONE | Immagini & Fumetti, su giannibono.com. URL consultato il 4 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2014).
  4. ^ a b Disegnatori, su diabolikclub.it. URL consultato il 4 marzo 2019.
  5. ^ Quaderni del fumetto italiano (grandi eroi), n.8. Paolo Ferriani editore, 1992.
  6. ^ L'uomo di Crescenzago, su fantascienza.com. URL consultato il 4 marzo 2019.
  7. ^ a b c d Fiumali Brenno, su fantascienza.com. URL consultato il 4 marzo 2019.
  8. ^ La principessa dell'asteroide, su fantascienza.com. URL consultato il 4 marzo 2019.
  9. ^ Incontro col mostro, su fantascienza.com. URL consultato il 4 marzo 2019.
  10. ^ Si chiude alle venti, su fantascienza.com. URL consultato il 4 marzo 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN90378911 · SBN UBOV035668 · WorldCat Identities (ENviaf-90378911