Francisco Tatad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Francisco Tatad

Senatore della Repubblica delle Filippine
Durata mandato30 giugno 1992 –
30 giugno 2001

Leader della Maggioranza del Senato delle Filippine
Durata mandato12 luglio 2000 –
30 giugno 2001
PresidenteJoseph Estrada (2000-2001)
Gloria Macapagal-Arroyo (2001)
PredecessoreFranklin Drilón
SuccessoreLoren Legarda

Durata mandato10 ottobre 1996 –
26 gennaio 1998
PresidenteFidel Valdez Ramos
PredecessoreAlberto Rómulo
SuccessoreFranklin Drilón

Bandiera delle Filippine Ministro della Pubblica Informazione
PresidenteFerdinand Marcos
Predecessorecarica istituita
SuccessoreGregorio Cendaña

Membro dell'Assemblea Nazionale Regolare - regione di Bicol
Durata mandato12 giugno 1978 –
5 giugno 1984

Dati generali
Partito politicoKBL (1978-1987)
GAD (1987; 2010)
NPC (1992-1995)
LDP (1995-2001)
KNP (2004)
UNO (2005-2007)
Titolo di studioEconomia aziendale
UniversitàUniversità di Santo Tomás
ProfessionePolitico, giornalista

Francisco Sarmiento Tatad, detto Kit (Gigmoto, 4 ottobre 1939), è un politico e giornalista filippino.

È noto per essere stato Ministro della Pubblica Informazione delle Filippine dal 1969 al 1980, nel corso dell'amministrazione di Ferdinand Marcos, e più tardi membro del Senato dal 1992 al 2001.

Quando ricevette la carica di Ministro dell'Informazione all'età di 28 anni, divenne il più giovane membro del gabinetto presidenziale di Marcos. Fu inoltre il primo ad annunciare la dichiarazione di legge marziale nel paese il 23 settembre 1972, quando rivolse un discorso al popolo alle tre del pomeriggio, cinque ore prima che Marcos stesso giustificasse la sua scelta di imporre la legge.[1] Mentre ricopriva la carica di Ministro, Tatad fu inoltre membro dell'Assemblea Nazionale Regolare.

Dopo essere stato eletto al Senato, ne divenne il leader della maggioranza dal 1996 al 1998 e nuovamente dal 2000 al 2001. Nel medesimo anno, fu bersaglio di numerose critiche quando divenne uno degli undici senatori a votare contro l'apertura di una busta contenente prove che incriminavano l'allora Presidente Joseph Estrada in uno scandalo di corruzione; tale evento diede enorme spinta alla seconda rivoluzione EDSA.[2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Tatad nacque il 4 ottobre 1939 a Gigmoto, nella provincia di Catanduanes. Studiò dapprima presso la Gigmoto Elementary School. Più tardi la famiglia si trasferì a Manila ed egli proseguì la sua istruzione al Collegio di Roosevelt di Cubao, Quezon. Successivamente studiò Filosofia all'Università di Santo Tomás.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Declaration of Martial Law, in Official Gazette of the Republic of the Philippines, Office of the President of the Philippines. URL consultato il 1º aprile 2013 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2011).
  2. ^ Efren Danao, Oreta, Tatad in anguish, in The Philippine Star, 23 gennaio 2001. URL consultato il 1º aprile 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN18568066 · ISNI (EN0000 0000 6335 7438 · LCCN (ENn82085795 · GND (DE170681467 · J9U (ENHE987007279258205171