Francesco Pianzola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Beato Francesco Pianzola
PianzolaF.png
 

Fondatore delle Suore Missionarie dell'Immacolata Regina della Pace

 
Venerato daChiesa cattolica
Beatificazione4 ottobre 2008

Francesco Pianzola (Sartirana Lomellina, 5 ottobre 1881Mortara, 4 giugno 1943) è stato un presbitero italiano, proclamato beato il 4 ottobre 2008 nella cattedrale di Vigevano[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu ordinato sacerdote il 16 marzo 1907 a Vigevano, dal vescovo Pietro Berruti.

È conosciuto con gli appellativi di "don Niente" (dal termine con cui amava definirsi) e di "apostolo della Lomellina", avendo a lungo predicato nei campi e nelle fabbriche di quella zona. Per i fedeli locali rimane nella memoria anche come "al pref sant di mundini", ossia "il santo prete delle mondine".

Ha fondato i Padri Oblati diocesani dell'Immacolata e l'8 maggio 1919 l'Istituto delle Suore Missionarie dell'Immacolata Regina della Pace, note anche come suore pianzoline.

Il suo corpo è esposto alla venerazione dei fedeli in una cappella, presso la Casa Madre delle suore dell'Immacolata, a Mortara.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Padre Pianzola è stato dichiarato venerabile da papa Benedetto XVI il 26 giugno 2006 e proclamato beato il 4 ottobre 2008 nel Duomo di Vigevano dal cardinale José Saraiva Martins, prefetto emerito della Congregazione per le Cause dei Santi, davanti ad una folla di 6 000 persone[2].

La memoria liturgica ricorre il 4 giugno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vedi: Laprovinciapavese.repubblica.it[collegamento interrotto]
  2. ^ Beatificazione di Padre Francesco Pianzola dal sito delle Suore Pianzoline

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Vittorio Morero, Francesco Pianzola. Per una Chiesa giovane, Elledici Editore, 2007, ISBN 8801037805

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN52757979 · ISNI (EN0000 0000 2712 5883 · LCCN (ENn79104925 · GND (DE129066257