Flora Gallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flora Gallo
Flora Gallo 63.jpg
Flora Gallo nel 1963
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica leggera
Periodo di attività musicale1960 – ?
EtichettaSir, Vis Radio, Villahermosa, Music Hall Internazionale

Flora Gallo (Crotone, 2 febbraio 1939) è una cantante e paroliera italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi laureata in chimica, inizia la carriera di cantante, partecipando a vari festival musicali, tra cui la Festa di Piedigrotta.

Nel 1962 sposa il musicista e discografico Virgilio Braconi con cui collaborerà spesso nel corso degli anni, e da cui avrà i due figli Simonide e Monaldo Braconi, affermati musicisti da camera[1].

Nel 1963 la sua canzone Notti nude è inserita nella colonna sonora dell'omonimo film.

Ha inciso per varie etichette, tra cui la Vis Radio; tra i suoi successi Non lo pensare, cover di Don't You Believe It, lanciata da Andy Williams e scritta da Burt Bacharach[2].

Nel corso degli anni abbandona l'attività di cantante per dedicarsi a quella di autrice di testi, usando a volte lo pseudonimo Flogal.

Alla Siae risultano depositate a suo nome 154 canzoni[3]; ha scritto, tra gli altri, per Paolo Vallesi e Franco Tozzi[4].

Canzoni scritte da Flora Gallo[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Autori del testo Autori della musica Interpreti
1965 È giusto Flora Gallo e Scanu Virgilio Braconi e Alfredo Avantifiori Loredana Bufalieri
1965 E allora vai Flogal Virgilio Braconi Franco Tozzi
1968 Ho saputo che partivi Flogal Virgilio Braconi Fiorella Mannoia
1990 Sta diventando una donna Flora Gallo e Giuseppe Dati Giuseppe Dati, Paolo Vallesi e Edoardo Rinaldi Paolo Vallesi

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nunzio Lusso e Toni Bonavita (a cura di), Almanacco della canzone, Trevi editore, Roma, 1969; alla voce Gallo Flora, pag. 242
  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Dizionario della canzone italiana, ed. Curcio, 1990; alla voce Gallo, Flora di Enzo Giannelli, pag. 744