Consiglio per la stabilità finanziaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Financial Stability Board)
Logo del Consiglio per la stabilità finanziaria.

Il Consiglio per la stabilità finanziaria[1] (in inglese Financial Stability Board; fino al 2009: Financial Stability Forum) è un organismo internazionale con il compito di monitorare il sistema finanziario mondiale. In tale organismo sono rappresentati tutti i paesi del G20 (rappresentati sia dai propri governi che dalle rispettive banche centrali), Spagna e Commissione europea[2], oltre che a Argentina, Brasile, Cina, India, Indonesia, Corea, Messico, Russia, Arabia Saudita, Sud Africa e Turchia (fonte). Ha la propria sede a Basilea.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tale organismo nasce nel 1999 dalla volontà dei governi di incentivare la stabilità finanziaria in un'ottica globale, adottare delle migliorie al sistema dei mercati e ridurre il rischio di crisi finanziarie per mezzo della condivisione di informazioni.[4] Si propone, inoltre, di incentivare la cooperazione internazionale tra le autorità di vigilanza.[4]

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Foro per la stabilità finanziaria[modifica | modifica wikitesto]

Consiglio per la stabilità finanziaria[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pagina dedicata agli organismi di "stabilità finanziaria" sul sito della Banca d'Italia
  2. ^ www.financialstabilityboard.org
  3. ^ www.financialstabilityboard.org
  4. ^ a b www.bancaditallia.it

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Economia