Ferrovia Uskoplje-Ragusa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Uskoplje-Ragusa
Stati attraversati Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
Croazia Croazia
Lunghezza 20 km
Apertura 1901
Chiusura ca. 1975-76
Gestore BHStB (1901-1908)
BHLB (1908-?)
Scartamento 760 mm
Elettrificazione no
Ferrovie

La ferrovia Uskoplje-Ragusa[1] era una linea ferroviaria a scartamento ridotto, che collegava la località di Uskoplje, posta in Bosnia ed Erzegovina sulla linea Čapljina-Zelenica con Gravosa, attigua alla città di Ragusa, importante porto sul mare Adriatico, nell'attuale Croazia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La linea venne costruita dall'Impero austro-ungarico allo scopo di collegare il porto di Ragusa alla rete ferroviaria.

La linea era a scartamento ridotto "bosniaco" (760 mm), come era comune per le realizzazioni austro-ungariche nella regione.

Dopo la seconda guerra mondiale, il governo jugoslavo decise la chiusura dell'intera rete a scartamento ridotto, solo parzialmente convertita a scartamento ordinario. La linea cessò l'esercizio nel 1975-76; Ragusa restò del tutto priva di collegamenti ferroviari.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Stazioni e fermate
Unknown route-map component "exSTR"
da Čapljina
Unknown route-map component "exBHF"
0 Uskoplje
Unknown route-map component "exABZlf"
per Zelenica
Unknown route-map component "exGRENZE"
confine Bosnia ed Erzegovina-Dalmazia
Unknown route-map component "exBHF"
5 Bergatto (Brgat)
Unknown route-map component "exBHF"
10 Gionchetto (Šumet)
Pier Unknown route-map component "exKBHFe"
20 Gravosa (Gruž)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]