Felix Reda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Felix Reda
Felix Reda, Januar 2022 (1).jpg

Europarlamentare
Legislature VIII
Circoscrizione Circoscrizione Germania

Dati generali
Partito politico Partito Pirata (dal 2009)
Partito Socialdemocratico di Germania (2002–2009)
Titolo di studio Master in scienze politiche e giornalismo
Università Università Johannes Gutenberg di Magonza

Felix Reda (Bonn, 30 novembre 1986) è un politico tedesco, europarlamentare dal 2014 al 2019 per il Partito Pirata tedesco. Ha adottato pubblicamente il nome Felix nel 2022; prima usava il nome Julia Reda.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Reda si unì all'SPD quando aveva 16 anni. Nel 2009 abbandonò l'SPD per entrare nel Partito Pirata[2].

Dal 2010 al 2012 ha guidato i Giovani Pirati, la sezione giovanile del Partito. Alla nascita della sezione giovanile del Partito Pirata Europeo nell'agosto 2013, ne assunse la segreteria[3]. Nel 2012, Reda fece pratica con la europarlamentare per il Piratpartiet Amelia Andersdotter[2]. A gennaio 2014, poco prima della conclusione del suo master in scienze politiche e giornalismo presso l'Università Johannes Gutenberg di Magonza[3], si presentò alle elezioni europee del 2014 al primo posto nella lista federale del Partito Pirata[4], e ottenne l'elezione al Parlamento europeo[5].

Fin dall'inizio della legislatura, prese pubblicamente una posizione molto critica nei confronti della proposta di direttiva sul diritto d'autore nel mercato unico digitale.[1]

Dopo l'uscita dal parlamento europeo nel 2019, ha continuato il lavoro a favore di un diritto d'autore più rispettoso dei diritti civili e dell'interesse generale, all'interno di un progetto della Gesellschaft für Freiheitsrechte.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (DE) Exklusiv: Ehemaliger EU-Abgeordneter Felix Reda outet sich als trans, su buzzfeed.de. URL consultato il 26 gennaio 2022.
  2. ^ a b (DE) Gebürtige Bonnerin ist Spitzenkandidatin der Piraten für Europawahlen, su general-anzeiger-bonn.de, General-Anzeiger Bonn, 10 gennaio 2014. URL consultato l'8 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 23 febbraio 2014).
  3. ^ a b (DE) Der Kompass-Europa-Kandidatengrill: Julia Reda, su kompass.im, 31 dicembre 2013. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  4. ^ (DE) Die Spitzenkandidaten der Piratenpartei Deutschland für das Europaparlament / #bpt141, su kompass.im, 5 gennaio 2014. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  5. ^ (DE) Alphabetisches Verzeichnis der Gewählten nach Parteien: PIRATEN, su bundeswahlleiter.de, Bundeswahlleiter, 25 maggio 2014. URL consultato il 27 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 27 maggio 2014).
  6. ^ https://freiheitsrechte.org/english/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN9934151965312800470001 · GND (DE1152907719 · WorldCat Identities (ENviaf-9934151965312800470001