Felix H. Man

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Felix H. Man (più conosciuto come Man Felix) (Friburgo in Brisgovia, 1893Londra, 1985) è stato un fotografo britannico di origine tedesca.

Si formò alla scuola d'arte, fu poi disegnatore per l'editore Ullstein e cominciò a dedicarsi alla fotografia nel 1928. Per conto dell'agenzia Dephot, con cui cominciò a collaborare nel 1929, fu autore di reportage pubblicati dalle riviste Münchner Illustrierte Presse (1929-31) e Berliner Illustrirte Zeitung (1932-34).

Trasferitosi a Londra nel 1934, lavorò per la rivista Weekly Illustrated e nel periodo 1938-45 fu capo reporter del Picture Post. Fu un pioniere nell'uso della pellicola invertibile per diapositive a colori Kodachrome.

Fu tra i fotografi che ritrassero Benito Mussolini, che seguì nell'arco di un'intera giornata, realizzando uno dei tanti racconti-sequenza per cui è diventato famoso. Nel ritrarre il dittatore il fotografo seppe attenersi al principio ispiratore del suo lavoro: realizzare immagini il più possibile naturali, che non cadessero nella retorica.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Helmut Gernsheim (a cura di), The man behind the camera, London, The fountain, 1948.
  • Marian Schwabik, Felix H. Man, Pionier des Bildjournalismus: Photographien von 1915 bis 1970, München, Münchner Stadtmuseum, 1971.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN37045396 · ISNI (EN0000 0000 6651 7070 · LCCN (ENn82150345 · GND (DE118576925 · BNF (FRcb12878951k (data) · ULAN (EN500018279 · WorldCat Identities (ENlccn-n82150345