Evoluzione territoriale di San Marino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nella cronologia dell'evoluzione territoriale di San Marino sono indicati tutti i cambiamenti territoriali di San Marino dalle origini ad oggi.

San Marino nei confini attuali risalenti al 1463.

301[modifica | modifica wikitesto]

Leggendaria fondazione di Città di San Marino e quindi del nucleo della prima comunità inizialmente monastica sul monte Titano il 3 settembre.

Estensione territoriale di San Marino dalle origini all'anno 1000 ca.

885[modifica | modifica wikitesto]

Data della copia originale del Placido Feretrano, primo documento che parla di una comunità autonoma sul monte Titano con possedimenti fondiari e un castello, anche se l'autenticità di questo documento è ancora dubbia.

XI secolo[modifica | modifica wikitesto]

Fondazione di Mercatale, odierno Borgo Maggiore da parte della comunità sammarinese per avere la possibilità di un mercato settimanale. Il territorio di San Marino si estende per la prima volta dalla sua fondazione.

San Marino dopo la fondazione e l'annessione di Mercatale, odierno Borgo Maggiore nell'XI secolo.

1243[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 dicembre 1243 Guido di Cerreto, figlio di Guidone Lambertizio vende ai sammarinesi ogni privilegio di riscuotere tributi per i castelli di Cerreto, odierna Acquaviva e di Ventoso.

Estensione territoriale di San Marino dopo l'annessione del castello di Monte Cerreto, odierna Acquaviva e di Ventoso.

1291[modifica | modifica wikitesto]

Papa Niccolò IV conferma l'indipendenza di San Marino con una bolla papale.

1320[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 febbraio 1320 gli abitanti del castello di Busignano, odierna Chiesanuova chiedono di essere aggregati volontariamente con tutti i diritti e i doveri a San Marino.

1463[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la guerra sammarinese dal 1460 al 1463, gli odierni castelli di Domagnano, Faetano, Fiorentino, Montegiardino e Serravalle vengono annessi allo stato sammarinese con i Patti di Fossombrone del 27 giugno 1463. Questa è l'ultima estensione di territorio sammarinese.

Estensione territoriale di San Marino dopo l'annessione del castello di Busignano, odierna Chiesanuova.
San Marino nel 1460 in azzurro e i territori occupati dai sammarinesi nel 1463.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]