Eugenio De Blaas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Autoritratto, olio su tela 1898

Eugenio De Blaas, noto anche come Eugene von Blaas o Eugene de Blaas (Albano Laziale, 24 luglio 1843Venezia, 1931), è stato un pittore italiano naturalizzato austriaco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Momento pensieroso.

Eugenio nacque a Albano, vicino a Roma, da genitori austriaci. Suo padre Karl, anche un pittore nazareno, ed è stato il suo insegnante. Nel 1856 la famiglia si trasferì a Venezia, quando Karl divenne professore presso l'Accademia di Venezia. Studia all’Accademia di Roma e all’Accademia di Venezia, allievo del padre Karl, dove subito si notano i suoi progressi, nel 1860 vince il premio Selvatico e già espone nelle sale dell’Accademia. La sua prima opera di un certo rilievo è datata 1863 una pala d’altare per la parrocchiale di San Valentino di Merano (oggi nella Domus Mercatoruma di Bolzano). Negli anni si susseguirono varie opere per lo più sul tema di paesaggi veneziani, raffigurato la vita dei pescatori, gondolieri e bellezze veneziane. Fu anche ritrattista di nobili romani e veneziani, tra le opere più celebri spicca il ritratto dell’uomo d’affari Philip Morris e della duchessa Ersilia Canevaro.

La lettera d'amore.

Espone in Italia e all’estero: a Vienna, a Londra fra il 1875 e il 1892; a Parigi, Berlino, Monaco, Bruxelles e san Pietroburgo. Dal 1884 al 1890 venne nominato Professore Onorario di Pittura all'Accademia di Venezia. Morì a Venezia nel 1931 Le sue opere sono esposte nei musei di Leicester, Melbourne, Nottingham, Sheffield, Sydney, Vienna e Trieste.

Riferimento culturale[modifica | modifica sorgente]

  • Nel suo album Human Encounter (Incontro Umano) (2011) Salim Ghazi Saeedi ha dedicato a Eugenio De Blaas una canzone intitolata "For Eugene, Distilling the Delicacy"[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Human Encounter Album", Salim Ghazi Saeedi's Official Website, salimworld.com, Nov 2011

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Dizionario illustrato dei pittori e incisori italiani moderni di A. M. Comanducci, Milano 1962
  • Dizionario Enciclopedico Bolaffi dei pittori e degli incisori italiani dall'XI al XX secolo'. Torino 1972
  • Eugen von Blaas (1843-1931). Thomas Wassibauer, Das Werk / Catalogue raisonné 2004
  • La pittura in Italia L’Ottocento, Electa, Milano 1991

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 44570981 LCCN: no2005055971