Eterosoma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In genetica sono detti eterosomi o gonosomi i cromosomi la cui funzione è legata alla determinazione del sesso di un individuo. Si distinguono per questo dagli autosomi. Nei diploidi, come l'uomo, sia gli autosomi che gli eterosomi sono presenti in coppia. Il nome eterosoma deriva dal greco e indica che i due membri della coppia hanno una diversa dimensione; questo a differenza degli autosomi di una coppia che sono invece indistinguibili.

Nomenclatura[modifica | modifica wikitesto]

Nei Mammiferi i cromosomi contenenti informazioni in grado di teterminare il sesso sono indicati come X e Y. Il sesso femminile è quello già "predefinito" geneticamnete e, presenta cariotipo X/X; quello maschile dall'attivazione dei geni specifici del cromosoma Y (SRY in primis) che danno inizio alla caratterizzazione delle gonadi primitive in quelle maschili (testicolo) e, presenta quindi cariotipo X/Y. Negli Uccelli il sesso eterogametico è invece quello femminile (W/Z), in alcuni Insetti il maschio è eterogametico (X/Y), ma il meccanismo è diverso.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

I due diversi tipi di cromosoma sessuale sono costituiti da proteine e DNA come gli autosomi; anche l'organizzazione tridimensionale è analoga agli altri cromosomi. La differenza principale è che gli eterosomi (X e Y per esempio) non contengono gli stessi geni come gli autosomi. Essi porteranno ciascuno geni specifici, che determineranno i cosiddetti caratteri legati al sesso. Le uniche porzioni uguali dei due cromosomi sessuali sono presenti alle loro estremità, cioè nelle regioni telomeriche; esse sono definite anche regioni pseudoautosomiche 1 e 2 (per l'analogia con i crosomi autosomi).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biologia