Esacloroplatinato d'ammonio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Esacloroplatinato d'ammonio
Formula di struttura dell'esacloroplatinato d'ammonio
Nome IUPAC
esacloroplatinato(IV) d'ammonio
Nomi alternativi
cloroplatinato d'ammonio
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare (NH4)2[PtCl6]
Massa molecolare (u) 443,89
Aspetto solido cristallino giallo
Numero CAS 16919-58-7
Numero EINECS 240-973-0
PubChem 16211460
SMILES [NH4+].[NH4+].Cl[Pt-2](Cl)(Cl)(Cl)(Cl)Cl
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 3,066[1]
Solubilità in acqua 7 g/L a 15 °C[1]
Temperatura di fusione 380 °C decomp.[2]
Proprietà tossicologiche
LD50 (mg/kg) 195 oral rat[1]
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta tossico a lungo termine corrosivo
pericolo
Frasi H 301, 334, 341, 318, 317[1]
Consigli P 285, 301+310, 302+352, 305+351+338, 405, 501[1]

L'esacloroplatinato d'ammonio, noto anche come cloroplatinato d'ammonio, è il composto inorganico di formula (NH4)2[PtCl6]. È un solido giallo, ed è uno dei pochi sali di platino nello stato di ossidazione +4 ad essere solubile in acqua senza essere igroscopico.

Struttura e sintesi[modifica | modifica wikitesto]

Il composto è un sale formato da cationi tetraedrici ammonio e anioni ottaedrici [PtCl6]2–. Si prepara aggiungendo una soluzione di un sale d'ammonio ad una soluzione di acido cloroplatinico.[3] In presenza del sale di ammonio il composto (NH4)2[PtCl6] è molto insolubile e precipita; questa reazione viene sfruttata per isolare il platino dagli altri metalli del gruppo del platino contenuti in minerali o in fanghi anodici.[4]

H2[PtCl6] + 2NH4 → (NH4)2[PtCl6] ↓ + 2HCl

Reattività e usi[modifica | modifica wikitesto]

Trattando (NH4)2[PtCl6] a 200 °C in corrente di idrogeno si ottiene spugna di platino. Quest'ultima per trattamento con cloro fornisce H2[PtCl6].[3]

L'esacloroplatinato d'ammonio viene utilizzato nei processi di platinatura e come materiale di partenza per la sintesi di altri composti di platino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia