Ernesto Laclau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ernesto Laclau

Ernesto Laclau (Buenos Aires, 6 ottobre 1935Siviglia, 13 aprile 2014[1]) è stato un filosofo argentino, genericamente descritto come post-marxista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È stato un professore presso l'università di Essex in Gran Bretagna, dove ricopriva una cattedra di teoria politica ed è stato per molti anni direttore di un programma dottorale. Ha insegnato a lungo in numerose altre università nel Nord e Sud America, in Sudafrica e in Australia.

Il libro più importante di Laclau è Hegemony and Socialist Strategy (Egemonia e strategia socialista), scritto in inglese insieme con la collega belga Chantal Mouffe e influenzato dalle teorie di Antonio Gramsci.

Il pensiero politico[modifica | modifica wikitesto]

Il pensiero dei due studiosi è generalmente definito post-marxista. Entrambi parteciparono al movimento studentesco degli anni Sessanta e ipotizzarono l'alleanza con la classe operaia per creare una società nuova. Laclau e Mouffe attualmente rigettano l'idea che il determinismo economico marxista e la lotta di classe siano punti fondamentali nelle dinamiche sociali e invece sottolineano l'importanza di innescare una radicale democratizzazione e un antagonismo pluralistico nel quale si possano esprimere armonicamente i conflitti sociali.

Opere tradotte in italiano[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN56658491 · ISNI: (EN0000 0001 0903 8513 · SBN: IT\ICCU\LO1V\138895 · LCCN: (ENn82094744 · GND: (DE119504901 · BNF: (FRcb122085212 (data)