Eric Leroy Adams

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Eric Leroy Adams

110º Sindaco di New York
In carica
Inizio mandato1º gennaio 2022
PredecessoreBill de Blasio

18º Presidente del distretto di Brooklyn
Durata mandato1º gennaio 2014 –
31 dicembre 2021
PredecessoreMarty Markowitz
SuccessoreAntonio Reynoso

Membro del Senato dello Stato di New York per il 20º distretto
Durata mandato1º gennaio 2007 –
31 dicembre 2013
PredecessoreCarl Andrews
SuccessoreJesse Hamilton

Dati generali
Partito politicoDemocratico (dal 2001)
Repubblicano (1997-2001)
Eric Leroy Adams
NascitaNew York 1º settembre 1960
Etniaafroamericano
ReligioneProtestantesimo
Dati militari
Paese servitoBandiera degli Stati Uniti Stati Uniti
Forza armataBandiera degli Stati Uniti Forze di polizia negli Stati Uniti
Corpo New York City Police Department
Anni di servizio1984 - 2006
GradoPolice captain
Altre carichePolitico
voci di militari presenti su Wikipedia

Eric Leroy Adams (New York, 1º settembre 1960) è un politico statunitense, ex funzionario della polizia di New York, membro del Partito Democratico e sindaco di New York dal 1º gennaio 2022[1][2]. È il secondo sindaco di origini afroamericane nella storia della città, dopo David Dinkins[3].

Precedentemente è stato ufficiale nella polizia dei trasporti di New York e poi nel dipartimento di polizia di New York per oltre due decenni, congedandosi nel 2006 con il grado di capitano. Ha ricoperto il ruolo di senatore dello stato di New York dal 2006 al 2013. Nel novembre 2013 è stato eletto presidente del distretto di Brooklyn, venendo rieletto nel novembre 2017.

Il 17 novembre 2020 ha annunciato la sua candidatura alla carica di sindaco di New York. Il 6 luglio 2021 ha vinto le primarie come candidato sindaco per il Partito Democratico, mentre alle successive elezioni del 2 novembre ha sfidato il repubblicano Curtis Sliwa, vincendo con largo margine.[4][5][6]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Adams è nato il 1º settembre 1960 a Brownsville, quartiere a est di Brooklyn, quarto di sei figli. Sua madre era una donna delle pulizie che aveva lasciato la scuola in terza elementare, mentre suo padre era un macellaio con problemi di alcolismo. Entrambi i genitori erano afroamericani trasferitisi a New York dall'Alabama negli anni cinquanta.

Il giovane Adams crebbe a Bushwick, in una casa popolare infestata dai ratti, ma nel 1968 i risparmi della madre riuscirono a far trasferire la famiglia in una nuova abitazione a South Jamaica, nel Queens. A 14 anni entrò a far che di una gang di strada, i 7-Crowns[7], venendo incaricato di portare la spesa e fare alcune commissioni per una prostituta di nome Micki. Dopo che questa si era rifiutata di pagarlo, Adams e suo fratello le rubarono il televisore e un vaglia, venendo più tardi arrestati per violazione di domicilio. Mentre erano sotto la custodia della polizia, i due fratelli furono brutalmente picchiati fin quando non intervenne un poliziotto nero a fermare i colleghi. Per alcuni giorni Adams fu rinchiuso in un centro di detenzione minorile, prima di essere fatto uscire in libertà vigilata.

Adams ha dichiarato di aver sofferto di disturbo da stress post-traumatico dopo le violenze, aggiungendo che l'episodio lo motivò ad entrare nelle forze dell'ordine. A convincerlo definitivamente a entrare nella polizia fu un pastore locale, che gli suggerì di riformare il NYPD dall'interno[8].

Si è diplomato alla Bayside High School nel Queens nel 1978, iniziando a frequentare il college mentre lavorava come meccanico e addetto allo smistamento della posta presso l'ufficio del procuratore distrettuale di Brooklyn. Ha quindi conseguito un associate degree dal New York City College of Technology, un B.A. dal John Jay College of Criminal Justice, e un M.P.A. dal Marist College[9].

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni novanta, mentre era ancora in servizio presso la polizia, Adams iniziò a contemplare una carriera politica con l'obiettivo finale di diventare sindaco di New York. L'allora consigliere di David Dinkins, William Lynch Jr., consigliò ad Adams di conseguire prima una laurea, salire nei ranghi della polizia e farsi eleggere a una carica politica inferiore[10].

Durante le elezioni cittadine del 1993, Adams, che era un sostenitore del sindaco in carica David Dinkins, fece un'affermazione controversa su un esponente del team avversario, il portoricano Herman Badillo, dicendo che avrebbe dovuto sposare una donna ispanica e non una ebrea se avesse avuto realmente a cuore la sua comunità di origine[11]. Le affermazioni provocarono polemiche contro lo schieramento di Dinkins, che alla fine perse le elezioni.

Nel 1994 Adams si candidò alle primarie democratiche per un seggio al Congresso contro il deputato uscente Major Owens, ma non riuscì a ricevere le firme necessarie per accedere al ballottaggio.

Nel 2006 fu eletto al Senato dello Stato di New York, venendo riconfermato per quattro mandati fino al 2013, quando fu scelto come presidente del distretto di Brooklyn con la percentuale record del 90,8% dei voti. Venne rieletto nel 2017 con l'83% delle preferenze.

Candidatura a sindaco di New York[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 novembre 2020, Adams ha annunciato la sua candidatura a sindaco di New York nelle elezioni municipali dell'anno successivo. Presentatosi come un democratico moderato, la sua campagna elettorale si è concentrata sul contrasto al crimine e sulla pubblica sicurezza, contestando il movimento "defund the police" e dicendosi invece a favore di una riforma della polizia.

Il 6 luglio è stato dichiarato il vincitore delle primarie democratiche, davanti a Kathryn Garcia e Maya Wiley. Ha quindi affrontato il repubblicano Curtis Sliwa alle elezioni generali del 2 novembre, prevalendo con il 67,4% dei voti.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 novembre 2023, una donna della Florida ha intentato una causa per violenza sessuale contro Adams.[12] Secondo quanto riportato dal New York Post e The Messenger, la denuncia è stata presentata prima della scadenza dell'Adult Survivor Act, una legge promulgata dallo Stato di New York che consente di sporgere denuncia indipendentemente da quando si è verificato l'abuso, anche a decenni di distanza dal fatto, entro il 24 novembre 2023.[13] La donna che lo ha querelato chiede cinque milioni di dollari di risarcimento.[12]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Adams ha un figlio, Jordan, avuto dall'allora compagna Chrisena Coleman[14], con la quale non si è mai sposato. Ha poi stabilito una relazione con Tracey Collins, funzionaria del Dipartimento dell'Istruzione della città di New York.

Nel 2016 è diventato vegano dopo che gli era stato diagnosticato un diabete di tipo 2.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paolo Foschi, Usa, il dem Eric Adams vince la sfida contro Curtis Sliwa:è lui il sindaco di New York, su Corriere della Sera, 11 marzo 2021. URL consultato il 5 febbraio 2022.
  2. ^ Usa, schiaffo a Biden dalla Virginia: eletto un governatore repubblicano. Il democratico afroamericano Adams è il nuovo sindaco di New York., su la Repubblica, 3 novembre 2021. URL consultato il 5 febbraio 2022.
  3. ^ (EN) Eric Adams Wins in NYC, Capping Ascent From Cop to Mayor-Elect, su Bloomberg, 3 novembre 2021.
  4. ^ (EN) Joseph Ax, Eric Adams poised to be New York's next mayor, in Reuters, 7 luglio 2021. URL consultato il 5 febbraio 2022.
  5. ^ (EN) Erin Doherty, Eric Adams wins New York City mayoral race, su Axios. URL consultato il 5 febbraio 2022.
  6. ^ (EN) Ryan W. Miller, Eric Adams is poised to be New York City's next mayor. Who is he?, su USA TODAY. URL consultato il 5 febbraio 2022.
  7. ^ (EN) Juan Williams, Eric Adams Is Making White Liberals Squirm, su The Atlantic, 24 agosto 2021. URL consultato il 5 febbraio 2022.
  8. ^ (EN) Brooklyn Borough President On Fighting Police Brutality From The Inside, in NPR.org. URL consultato il 5 febbraio 2022.
  9. ^ (EN) Senator Eric Adams, su NY State Senate. URL consultato il 5 febbraio 2022 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2023).
  10. ^ (EN) Matt Flegenheimer, Michael Rothfeld e Jeffery C. Mays, What Kind of Mayor Might Eric Adams Be? No One Seems to Know., in The New York Times, 23 ottobre 2021. URL consultato il 5 febbraio 2022.
  11. ^ (EN) Jonathan P. Hicks, Comments From Dinkins Backer Draw Fire From Giuliani Camp, in The New York Times, 27 settembre 1993. URL consultato il 5 febbraio 2022.
  12. ^ a b Il sindaco di New York accusato di molestie sessuali, lui nega. La donna che lo ha querelato chiede 5 milioni di risarcimento, su La Stampa, 23 novembre 2023. URL consultato il 21 marzo 2024.
  13. ^ Bufera sul sindaco di New York Eric Adams: è accusato di molestie sessuali, su ilGiornale.it, 23 novembre 2023. URL consultato il 21 marzo 2024.
  14. ^ (EN) Tim Balk, Eric Adams hosts reporters at Bed-Stuy home amid NYC residency questions, su nydailynews.com. URL consultato il 5 febbraio 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN108012731 · LCCN (ENno2010034180 · WorldCat Identities (ENlccn-no2010034180