Ercole Boero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ercole Boero
Nazionalità Italia Italia
Pallanuoto Water polo pictogram.svg
Carriera
Squadre di club1
1913-1914Genoa? (?)
1919Milano? (?)
1920Genoa? (?)
Nazionale
1920Italia Italia2 (?)
Carriera da allenatore
1924Italia Italia
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ercole Boero (Genova, 1890Genova, 12 giugno 1952) è stato un pallanuotista e allenatore di pallanuoto italiano.

Era noto come Boero I per distinguerlo dal fratello Mario o Boero II.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera si svolse tra le file del Genoa Cricket and Football Club Waterpolo, vincendo i primi campionati italiani di pallanuoto.

La sua militanza in rossoblu fu interrotta solo nella stagione 1919, ove militò nella Rari Nantes Milano. Con i meneghini giunse al secondo posto finale, sopravanzati solo dal Genoa.[1]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Boero difese i colori dell'Italia alle olimpiadi di Anversa nel 1920[2]. La spedizione fu fallimentare. Gli italiani patirono le gelide acque anversane e, nella partita contro la Spagna, protattasi ai supplementari per l'1 a 1 nei tempi regolamentari, solo Boero, Mario Boero ed Amilcare Beretta scesero in vasca. Gli altri compagni si arresero ed entrarono solo secondo tempo supplementare a causa di possibili assideramenti. L'incontro terminò comunque con una sola ulteriore rete, segnata dagli spagnoli.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Guidò la nazionale italiana che partecipò ai Giochi olimpici di Parigi. Con gli azzurri non superò il primo turno del torneo di pallanuoto.[3]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Genoa:1913, 1914

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pallanuoto campionato 1912 e ricordi successivi Archiviato il 5 ottobre 2013 in Internet Archive. Fondazionegenoa.com
  2. ^ CONI GENOVA[collegamento interrotto]
  3. ^ Viaggio nella storia. Il Settebello alle Olimpiadi - prima parte Waterpoloweb.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aronne Anghileri, Alla ricerca del nuoto perduto, Cassina de' Pecchi, SEP editrice S.R.L., 2002 ISBN 88-87110-27-1.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Ercole Boero, su Olympedia. Modifica su Wikidata
  • (EN) Ercole Boero, su sports-reference.com, Sports Reference LLC (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2017). Modifica su Wikidata