Emerenzio Barbieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emerenzio Barbieri

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XIV, XV, XVI
Gruppo
parlamentare
UDC (XIV e XV legislatura), poi PdL (XVI legislatura)
Coalizione CdL (XIV e XV legislatura)
Circoscrizione XI (Emilia-Romagna) (XV e XVI legislatura)
Collegio Agrate Brianza (XIV legislatura)
Incarichi parlamentari
XIV legislatura
  • Segretario della Commissione Lavoro Pubblico e Privato,
  • Membro della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione,
  • Membro della Commissione parlamentare per il controllo sull'attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale,
  • Membro della Delegazione parlamentare presso l'assemblea del Consiglio d'Europa,
  • Membro della Delegazione parlamentare presso l'assemblea dell'Unione dell'Europa Occidentale

XV legislatura

  • Vicepresidente della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione

XVI legislatura

  • Membro della giunta provvisoria per la verifica dei poteri,
  • Membro della VII Commissione (Cultura, Scienza, Istruzione),
  • Membro della delegazione italiana presso l'assemblea della organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (XVI legislatura)

Dati generali
Titolo di studio diploma di liceo scientifico
Professione libero professionista

Emerenzio Barbieri (Reggio nell'Emilia, 19 ottobre 1946) è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Maturità scientifica, consulente aziendale, già esponente dell'UDC ha aderito successivamente al Popolo della Libertà. È stato eletto alla Camera dei deputati nel 2001, nel collegio maggioritario di Agrate Brianza, in Lombardia, in rappresentanza della coalizione di centrodestra.

Nella XIV Legislatura (dal 20 ottobre 2005) è segretario della Commissione Lavoro Pubblico e Privato; è altresì membro della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione; della Commissione parlamentare per il controllo sull'attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale; della Delegazione parlamentare presso l'assemblea del Consiglio d'Europa; della Delegazione parlamentare presso l'assemblea dell'Unione dell'Europa Occidentale.

Rieletto nel 2006 nella circoscrizione Emilia-Romagna, nella XV Legislatura è vicepresidente della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione.

Già critico nei confronti della linea dell'UDC, ha sostenuto al III Congresso (2007) la mozione di minoranza guidata da Carlo Giovanardi. Il 4 febbraio 2008, insieme allo stesso Giovanardi, ha lasciato l'UDC per aderire al nuovo progetto politico di Silvio Berlusconi, il Popolo della Libertà. Membro del Consiglio Direttivo del PdL alla Camera.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]