Emanuele Coen

From Wikipedia
Jump to navigation Jump to search
Emanuele Coen

Emanuele Coen (Roma, 18 giugno 1968) è un giornalista e scrittore italiano, facente parte della redazione Cultura del settimanale l'Espresso.

Carriera[edit | edit source]

A partire dal 2009 ha realizzato per l'Espresso inchieste, reportage, interviste su temi diversi: viaggi, cultura e sviluppo delle metropoli, società, stili di vita, cibo.

Nel 2000 si è occupato per i settimanali Diario, diretto da Enrico Deaglio, e Courrier International del tema della restituzione dei beni sottratti agli ebrei dai nazisti in Francia durante la seconda guerra mondiale [1].

Insieme a Flavia Capitani, nel 2005 seleziona le scrittrici Gabriella Kuruvilla, Ingy Mubiayi, Igiaba Scego e Laila Wadia per l'antologia di racconti Pecore nere (Casa editrice Giuseppe Laterza & figli). Il volume raccoglie otto storie incentrate sui temi delle identità che condividono diverse culture di appartenenza.

Tra il 2004 e il 2008 visita Belgrado, Bucarest, Sofia, Tirana e Varsavia e pubblica alcuni reportage su D - la Repubblica delle donne[2].

Nel 2008 esce il libro A Est - Belgrado, Bucarest, Sofia, Tirana, Varsavia-Il volto della nuova Europa (Giulio Einaudi Editore), scritto insieme a Flavia Capitani, un "reportage che sfata molti cliché e mette in scena le sorprendenti città orientali, lontane dagli itinerari classici"[3][4]

Dal 2008 al 2009 lavora nell'ufficio centrale di Sky TG 24 a Roma.

Opere[edit | edit source]

  • A Est – Belgrado, Bucarest, Sofia, Tirana, Varsavia – Il volto della nuova Europa di Flavia Capitani e Emanuele Coen, Torino Einaudi, 2008 ISBN 978-88-06-19048-4.
  • Italia Express - Grand Tour da Milano a Palermo, sei reportage culturali per L'Espresso, Gedi Gruppo Editoriale, 2019 ISBN 978-88-8371-199-2.
  • La città dentro - Una coppia, dieci metropoli, molte emozioni di Flavia Capitani e Emanuele Coen, Polaris editore, 2019, ISBN 978-88-6059-224-8.

Note[edit | edit source]

  1. ^ Restituer les biens juifs ? La France renâcle, in Courrier International, 20 gennaio 2000. URL consultato il 19 maggio 2016.
  2. ^ La carica dei polacchi, in D la Repubblica delle donne, 20 gennaio 2005. URL consultato il 19 maggio 2016.
  3. ^ A Est, il volto della nuova Europa, in Panorama, 10 agosto 2008. URL consultato il 19 maggio 2016 (archiviato dall'url originale l'11 giugno 2016).
  4. ^ Bucarest, in Nazione Indiana, 03 luglio 2008. URL consultato il 21 maggio 2016.

Voci correlate[edit | edit source]

Collegamenti esterni[edit | edit source]