Elmar Theodor Mäder

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elmar Theodor Mäder
Elmar Theodor Mäder.jpg
28 luglio 1963
Nato a Niederuzwil
Dati militari
Paese servito Città del Vaticano Città del Vaticano
Forza armata Città del Vaticano Forze armate pontificie
Corpo SwissGuardFlag-Generique.png Guardia Svizzera Pontificia
Anni di servizio 1998 - 2008
Grado Colonnello
voci di militari presenti su Wikipedia

Elmar Theodor Mäder (Niederuzwil, 28 luglio 1963) è un ufficiale svizzero, appartenente alla Guardia Svizzera.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mäder nacque a Niederuzwil in Svizzera ma crebbe a Zuzwil nel Cantone San Gallo, quinto di cinque figli di Theo e Katharina Mäder.

Compì i propri studi alla Hochschule di San Gallo per poi passare all'Università di Friburgo dove si laureò prima di entrare nell'esercito svizzero ed ottenere il rango di Primo Luogotenente dell'aviazione elvetica. Entrato nella Guardia Svizzera Pontificia nel 1998, venne nominato comandante nel 2002 succedendo a Pius Segmüller.

Egli si trovò coinvolto direttamente nella difesa del pontefice quando, il 6 giugno 2007 si trovava a camminare presso la papamobile e un giovane di origini tedesche tentò di assaltare il veicolo.[1] Mäder è sposato con Theresia Blöchliger e la coppia ha quattro figli.

Ha lasciato il proprio incarico a capo della Guardia Svizzera Pontificia nel 2008.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Bandiera del corpo con comandante Elmar Theodor Mäder sotto il pontificato di Giovanni Paolo II
Bandiera del corpo con comandante Elmar Theodor Mäder sotto il pontificato di Benedetto XVI
Grand'Ufficiale di merito del Sacro militare ordine costantiniano di San Giorgio (Casa di Borbone - Due Sicilie) - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale di merito del Sacro militare ordine costantiniano di San Giorgio (Casa di Borbone - Due Sicilie)
Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 5 febbraio 2007[2]
Commendatore dell'Ordine di San Gregorio Magno (Santa Sede) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine di San Gregorio Magno (Santa Sede)
Commendatore dell'ordine di San Silvestro Papa (Santa Sede) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'ordine di San Silvestro Papa (Santa Sede)
Cavaliere dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (Santa Sede) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (Santa Sede)
Grand'Ufficiale con spade dell'Ordine Pro Merito Melitensi (SMOM) - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale con spade dell'Ordine Pro Merito Melitensi (SMOM)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Comandante della Guardia Svizzera Pontificia Successore Flag of the Vatican City.svg
Pius Segmüller 2002-2008 Daniel Rudolf Anrig
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie