Eden Ahbez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eden Ahbez
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Outsider music
Exotica
New age
Periodo di attività 1940 – 1995
Strumento voce, pianoforte, bonghi, flauto
Etichetta Del-Fi Records
Album pubblicati 2

Eden Ahbez, nato George Alexander Aberle (Brooklyn, 15 aprile 1908Brooklyn, 4 marzo 1995), è stato un compositore, cantante e musicista statunitense, il quale lavorò negli anni quaranta e sessanta e il suo stile di vita influenzò la cultura hippie. Ahbez scrisse la canzone Nature Boy per Nat King Cole, il quale salì al primo posto nelle classifiche per otto settimane nel 1948.

Vivendo una vita pastorale dall'inizio alla fine degli anni quaranta, viaggiò indossando sandali e una toga bianca e portando barba e capelli lunghi. Si accampò sotto la prima L dell'Insegna di Hollywood sopra Los Angeles, studiò misticismo orientale e raccontò di aver vissuto con tre dollari a settimana, dormendo all'aria aperta con la sua famiglia, e mangiando frutta e verdura.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Sebbene sia nato a Brooklyn, New York, venne adottato da una famiglia del Kansas e crebbe con il nome di George McGrew'.

Negli anni trenta visse a Kansas City e probabilmente anche a New York City per qualche tempo, sebbene quel periodo della sua vita sia poco conosciuto. Nel 1941 arrivò a Los Angeles e iniziò a suonare il pianoforte in un locale posseduto da due immigrati tedeschi che seguivano una filosofia "Naturmensch" e "Lebensreform". Durante questo periodo, George Aberle adottò il nome eden ahbez, scegliendo di scrivere il suo nome con lettere minuscole, sostenendo che solo Dio è degno di capitalizzazione. Durante questo periodo, si sposò con Anna Jacobsen ed ebbe un figlio.

Nel 1947 ahbez si avvicinò al manager di Nat King Cole dietro le quinte del Linoln Theatre e gli porse la canzone da lui scritta, Nature Boy. Cole suonò la canzone nei suoi concerti, ma era necessario per rintracciare il suo autore prima di rilasciare la registrazione. Ahbez è stato scoperto che viveva nell'Insegna di Hollywood e divenne il centro della frenesia dei media quando la versione di Cole di Nature Boy salì al primo posto in classifica. Ahbez affrontò anche un'azione legale quando il compositore ebreo Herman Yablokoff sostenne che Nature Boy era venuta da una delle sue canzoni, Shvayg mayn harts. L'azione è stata regolata fuori dal tribunale.

Ahbez continuò a scrivere canzoni per Cole, tra cui Land of Love (Come My Love and Live with Me). Lavorò strettamente anche con il musicista jazz Herb Jeffries, e nel 1954 i due collaborarono su un album studio, The Singing Prophet. L'album fu poi rilasciato nuovamente con nome Echoes of Eternity. Nella metà degli anni cinquanta scrisse canzoni per Eartha Kitt, Frankie Laine e altri. Nel 1957, la sua canzone Lonely Island venne registrata da Sam Cooke.

Nel 1959, lui cominciò a registrare musica strumentale, il quale combinò suoni cupi con arrangiamenti esotici e "ritmi primitivi". Ha spesso eseguito concerti di poesie in alcuni locali di Los Angeles. Nel 1960 registrò il suo unico LP, Eden's Island, per la Del-Fi Records. Questo mescolò poesia beatnik con l'exotica.

Durante gli anni sessanta, pubblicò solo tre singoli.

Ahbez morì il 4 aprile 1995 a causa di alcune lesioni dovute ad un incidente automobilistico all'età di ottantasette anni. Un altro album, Echoes from Nature Boy, fu pubblicato postumo.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 41474815

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie