Economia del Laos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Laos.

Vientiane è la capitale e il principale centro economico e commerciale del Laos

L'economia del Laos sta crescendo rapidamente, come conseguenza della liberalizzazione del governo al libero mercato e dall'apertura agli investimenti stranieri dal 1986. Nel 2017, il Laos è stato uno dei paesi tra le economie a più rapida crescita al mondo, con tassi di crescita del PIL in media dell'6% all'anno[1]. Il prodotto interno lordo è anche in grande crescita[2]. Lo stato asiatico infatti ha prodotto nel 2017 un PIL di 49,21 miliardi di dollari americani a parità di potere d'acquisto e di 17,15 miliardi in termini nominali al 2016. Secondo i dati del 2017 l'agricoltura ha prodotto il 20,9% del PIL, l'industria il 33,2% e il terziario il 39,1%[3]; è stata abbattuta anche la disoccupazione, che nel 2016 era pari al 1,5%[4]; Il reddito pro capite del paese nel 2017 è stato stimato in 7.400 dollari al 2017[5].

Mercatini tipici del Laos

Gli obiettivi chiave del governo includono il perseguimento della riduzione della povertà e dell'educazione scolastica per tutti i bambini, e la modernizzazione delle infrastrutture. Ciò è testimoniato dalla costruzione in corso della ferrovia ad alta velocità da quasi 6 miliardi di dollari che collega Kunming in Cina a Vientiane. Il Paese è diventato un paese strategico come fornitore di energia idroelettrica per altri paesi vicini come Cina, Vietnam e Thailandia.

Nonostante la attuale crescita economica, il Laos rimane uno dei paesi più poveri del Sud-Est asiatico. Lo stato ha ancora oggi infrastrutture inadeguate e una forza lavoro in gran parte non qualificata.

Agricoltura e allevamento e pesca[modifica | modifica wikitesto]

Piantagioni di caffè in Laos

L'agricoltura, per la maggior parte coltivata a riso, domina l'economia, impiegando circa l'85% della popolazione e producendo il 51% di PIL. Il risparmio interno è basso, costringendo il Laos a fare molto affidamento all'importazione di altri prodotti. I prodotti agricoli comprendono oltre al riso, patate dolci, verdure, mais, caffè, canna da zucchero, tabacco, cotone, tè, arachidi; per quanto riguarda l'allevamento si allevano bufali d'acqua, maiali, bovini, pollame. L'unica coltura prodotta per l'esportazione in quantità rilevanti è il caffè. Sebbene l'area totale coltivata a questa coltura sia relativamente piccola rispetto all'area coltivata a riso, è aumentata del 10% l'area totale coltivata nel 1980 e circa il 18% nel 1990. Sono aumentate di produzione tra il 1980 e il 1990, anche altre colture quali mais (del 70%), frutta (del 65%), arachidi (del 28%) e fagioli mung (del 25%). Per quanto riguarda la pesca, il Laos non avendo sbocco sul mare, pratica questa attività nei laghi, lagune e fiumi interni; è una fonte importante di sostentamento per gli abitanti che vivono vicino a fiumi, bacini e stagni. Oltre alla pesca, l'acquacoltura e lo stoccaggio sono praticati nel paese. Per molti laotiani, i pesci d'acqua dolce sono la principale fonte di proteine. La percentuale di persone coinvolte in attività di pesca regolari è molto piccola. Nonostante l'aumento della produzione agricola, il Laos rimane un importatore di cibo, ed è ancora fortemente dipendente dall'aiuto alimentare.

Industria[modifica | modifica wikitesto]

Borsa valori a Vientiane

L'industria laotiana è prevalentemente incentrata sull'estrazione dei prodotti minerari; la produzione industriale è in calo, infatti nel 2017 è calata del 8%[6]; L'industria laotiana è ancora poco sviluppata; l'estrazione mineraria è soprattutto svolta da società straniere e le risorse del sottosuolo sono abbondanti: si estraggono prodotti come piombo, rame e oro, argento e soprattutto gesso, che vede il paese asiatico tra i primi produttori al mondo. Importantissima per il paese, l'industria tessile, che dal 1990 è aumentata in modo significativo, con l'apertura di diverse industrie del settore; anche la produzione di energia elettrica svolge un ruolo chiave nella crescita economica del paese; l'energia è quasi interamente d'origine idrica, ed è esportata in Thailandia, Cina e Vietnam. Questo settore occupava solo il 3,3% della forza lavoro nel 1995. Non esiste un'industria pesante e gran parte dell'industria del paese è composta da piccole imprese. Nel 1999 c'erano solo 108 stabilimenti in tutto il paese con oltre 100 dipendenti. Questi piccoli stabilimenti sono coinvolti principalmente nella produzione di prodotti tessili e artigianali. Il Laos è ben noto per l'alta qualità dei suoi tessuti. Anche se l'industria ha un piccolo ruolo nell'economia del Laos, la sua importanza è aumentata in modo significativo. Nel 1987, l'industria rappresentava solo l'11% del PIL del Laos, mentre già nel 1999 rappresentava il 22%, raddoppiando il suo peso nell'economia del paese dall'introduzione della nuova politica economica. Un prodotto molto famoso ed esportato al mondo è la Beerlao, birra tipica dello stato asiatico, esportata soprattutto in Francia, Vietnam e Thailandia.

Servizi e terziario[modifica | modifica wikitesto]

Tempio buddista a Luang Prabang

L'industria turistica è un'altra risorsa economica fondamentale per lo stato; dal 1990 il turismo si è fortemente espanso dopo la liberalizzazione economica e l'apertura del paese al libero mercato; nel 2017 sono arrivati in Laos 3.860.000 di turisti, anche se il dato è in calo rispetto al 2016 dell'8,7%[7]; l'industria turistica è regolamentata dalla Lao National Tourism Administration; in Laos ci sono due patrimoni mondiali dell'umanità: il Villaggio di Luang Prabang e Vat Phou con gli antichi insediamenti nel paesaggio culturale di Champasak. Tra le principali attrazioni ci sono anche la gastronomia e i templi di Vientiane, i panorami di Vang Vieng e della valle del Nam U, le vestigia antiche della piana delle giare, i percorsi di trekking nelle zone popolate dalle minoranze etniche di montagna nelle province di Phongsaly e Luang Namtha e varie altre bellezze naturali. Importante per il turismo, l'aeroporto di Vientiane-Wattay a Vientiane, che funge da hub della compagnia aerea nazionale Lao Airlines e smista il traffico aereo nazionale e internazionale.

Il paese si è dotato da pochi anni di una borsa valori la Laos Securities Exchange, aperta nel 2011, che ha incominciato le sue operazioni l'11 gennaio 2011.

Per quanto riguarda le telecomunicazioni, nel 2017 erano già attivi 4.003.395 cellulari[8]; la linea fissa telefonica invece sommava 1.125.469 linee fisse[8]; gli utenti di internet invece ammontavano a 1.258.000 al 2017[8].

Forza lavoro[modifica | modifica wikitesto]

Al 2017 c'era una forza lavoro di 3.582.000 abitanti, dato in crescita[9].

Altri dati[modifica | modifica wikitesto]

Altri indicatori economici di rilievo sono:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Laos - GDP - real growth rate - Historical Data Graphs per Year, su www.indexmundi.com. URL consultato il 2 giugno 2019.
  2. ^ (EN) Laos - GDP (purchasing power parity) - Historical Data Graphs per Year, su www.indexmundi.com. URL consultato il 2 giugno 2019.
  3. ^ Laos Economy 2019, CIA World Factbook, su theodora.com. URL consultato il 2 giugno 2019.
  4. ^ (EN) Laos - Unemployment rate - Historical Data Graphs per Year, su www.indexmundi.com. URL consultato il 2 giugno 2019.
  5. ^ (EN) Laos - GDP - per capita (PPP) - Historical Data Graphs per Year, su www.indexmundi.com. URL consultato il 2 giugno 2019.
  6. ^ (EN) Laos - Industrial production growth rate - Historical Data Graphs per Year, su www.indexmundi.com. URL consultato il 2 giugno 2019.
  7. ^ (EN) Laos Tourism Numbers Decline by 8.73 Percent in 2017, su laotiantimes.com, 7 marzo 2018. URL consultato il 2 giugno 2019.
  8. ^ a b c East Asia/Southeast Asia :: Laos — The World Factbook - Central Intelligence Agency, su www.cia.gov. URL consultato il 2 giugno 2019.
  9. ^ (EN) Laos - Labor force - Historical Data Graphs per Year, su www.indexmundi.com. URL consultato il 2 giugno 2019.
  10. ^ (EN) Laos - Population below poverty line - Historical Data Graphs per Year, su www.indexmundi.com. URL consultato il 2 giugno 2019.
  11. ^ East Asia/Southeast Asia :: Laos — The World Factbook - Central Intelligence Agency, su www.cia.gov. URL consultato il 2 giugno 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia