Domenico Milelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Domenico Milelli (Catanzaro, 11 febbraio 1841Palermo, 1905) è stato un poeta italiano.

Ex seminarista, volontario garibaldino, animatore di circoli scapigliati, politico impegnato, professore di scuola media più volte sospeso e revocato, si affermò come poeta dal temperamento esuberante.

Nell'agosto del 1886 giunse a Cassino, chiamato per risollevare le sorti del ginnasio D'Amico, di cui poi fu nominato direttore. Inizialmente gli fu affidato il compito di traduttore di Cirano di Bergerac. Sempre a Cassino ebbe il suo secondogenito Ugo e nell'aprile del 1887 prese il posto del prof. Pennacchini nell'insegnamento ginnasiale. Durante la sua permanenza, spesso a sera si intratteneva con famiglie del posto. Conobbe Carlo Baccari ancora fanciullo.[1]

Amante di Evelina Cattermole Mancini, in arte Contessa Lara, fu amico di Giosuè Carducci che in seguito accusò di tradimento dell'idea socialista.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Risonanze, 1890 - Collezione Francesco Paolo Frontini
  • Prometeo: dal libro dei poemi (parte prima) / Domenico Milelli - Caserta - 1899
  • Ad Aleardo Aleardi / De Siena - Milano - 1867
  • Bianca: cantica politica /De Siena - Mirandola - 1867
  • Alcuni versi / di D. Milelli De Siena - [Catanzaro] - [1869]
  • In giovinezza: versi, (1857-1873) /Italia i.e. Catanzaro - 1873
  • Gioconda / Domenico Milelli - Ragusa - 1877
  • Hiemalia: 1877 /Milano - 1877
  • A. Manzoni: (dalle odi barbare) / di Domenico Milelli - Milano - 1878
  • Odi pagane / Milano - 1879
  • Povertà / Bologna - 1879
  • Discerpta / Ravenna - 1880
  • Il rapimento di Elena / Coluto; versione di Domenico Milelli - Catanzaro - 1882
  • Dal Kokodè: rapsodia inedita /Cosenza - 1883
  • Canzoniere /Roma - 1884
  • Rime / Conte di Lara / i. e. Domenico Milelli! - Roma - 1884
  • Verde antico /Roma - 1885
  • Dal vero: novelle /Roma - 1885
  • Fiabe / Roma - 1885
  • Racconti e fiabe / Ugo Fleres, D. Milelli, S. Saya - Roma - 1886
  • Mescolanza - Roma - 1886
  • Nuovo canzoniere / Domenico Milelli - Cosenza - 1888
  • Il libro delle prose / Domenico Milelli - Casalbordino - 1889
  • Rottami / Domenico Milelli - Milano - 1890
  • Risonanze / Domenico Milelli - Napoli - dopo il 1890
  • Poemi antichi / Domenico Milelli - Cosenza - 1894
  • Poemi de la notte / Domenico Milelli - Caserta - 1899
  • In laudem beatae Mariae virginis pauca, quae inter multa, sancti piique scriptores sparsim evulgarunt, in unum collecta et in ordinem distributa / a sac. Dominico Milel - Tiferni - 1903
  • Pellegrinaggio breve - Ragusa - 1903
  • Gemme sparse: traduzioni da Heine, Poe, Shelley, Bickelas, Lermontoff ed altri autori / Domenico Minelli - Napoli - 1906

Poesia e musica[modifica | modifica wikitesto]

Inno delle C. ITA.jpg

Romanze

  • Perché? : strofe (da Heine) / versi di Domenico Milelli; musica di Enrico De Leva - Milano: Ricordi
  • Luna che spunti, Francesco Paolo Frontini, per canto e pianoforte: Versi di Domenico Milelli,1904
  • Il tuo ritratto(Fotografia), Francesco Paolo Frontini, per canto e pianoforte: Versi di Domenico Milelli - 1911
  • Inno all'Italia delle colonie italiane, Francesco Paolo Frontini, per canto e pianoforte: Versi di Domenico Milelli - Milano - 1912
  • Romanza rusticana / parole di D. Milelli; musica di U. Masetti - Moscva: Jurgenson, Peter<Mosca>, [prima del 1917]
  • Serenata / versi di Domenico Milelli; musica di Gino Marinuzzi... - Milano: Fantuzzi, Romualdo,tra fine 19. se
  • Io ti sento! : melodia: N.1 soprano o tenore / parole del Conte di Lara; musica di F. Paolo Tosti - Milano: Ricordi G. & C., c1907
  • Luna che spunti... : pifferata per Soprano o Mezzo-Soprano o Tenore / versi di Domenico Milelli; musica di Enrico De Leva - Milano: Ricordi, G. & C., t.s.1889
  • Incantesimo: romanza (per soprano) / parole di Conte di Lara; musica di Romolo Bacchini - Roma
  • S'era all'aperto: melodia per Mezzo-Soprano o Tenore / versi di Domenico Milelli; musica di Enrico De Leva - Milano: Ricordi, t.s.1886
  • Oddone Sulli-Rao, Elisabetta<1878-1972> - parole del Conte di Lara (pseudonimo) ; musica di Elisabetta Oddone - Milano: Ricordi
  • Io vorrei! : romanza per M. Sopr. o Tenore / versi di D. Milelli; musica di Roberto Pescio - Genova: Gasparini
  • Ho Sognato <1867-1955> - : Mezzo Soprano, Contralto o Baritono / Versi di Domenico Milelli; Musica di Enrico De leva - Milano: Ricordi
  • Ovunque Tu di Westerhout, Niccolo (pseudonimo) : van<1857-1898> - / Melodia
  • Foglie di cipresso: versi / De-Siena - Mirandola - 1866
  • Risoluzione: melodia per Mezzo-Soprano o Tenore / versi del Conte di Lara; musica di Enrico De Leva - Milano: Ricordi, t.s. 1886
  • Ovunque tu: melodia / versi del Conte di Lara; musica di Niccolo van Westerhout - Milano: Ricordi Edizioni, t.s.1885
  • Incantesimo: romanza (per soprano) / musica di Romolo Bacchini; parole di Conte di Lara(pseudonimo) - Roma: Cristiano, Pietro

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Torquato Vizzaccaro, Cassino dall'Ottocento al Novecento, I, Roma, S.E.L., 1977, pag.451.

Bibliografia critica[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio Piromalli, "La letteratura calabrese", Pellegrini Editore, Cosenza, 1996, Vol. 1, pag. 403 - 406.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Domenico Milelli