Discussione:Multi-level marketing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Crystal Clear app ksirtet.pngQuesta voce rientra tra gli argomenti trattati dal progetto tematico sottoindicato.
Puoi consultare le discussioni in corso, aprirne una nuova o segnalarne una avviata qui.
Nuvola apps kchart.svgEconomia
Monitoraggio incompleto.svg
DGravi problemi relativi all'accuratezza o alla neutralità dei contenuti. Molti aspetti del tema sono trattati solo superficialmente o per nulla. È assai probabile che siano presenti uno o più avvisi o che vadano inseriti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla scrittura. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di fonti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di immagini o altri supporti grafici. (che significa?)
Monitoraggio effettuato nel dicembre 2007

Dubbi sulla voce[modifica wikitesto]

Non sono esperto di economia ma mi sembra che questa voce sia un po' troppo apologetica in quanto espone solo aspetti positivi. Alcune affermazioni come "offrendo un potenziale di guadagno illimitato per i distributori" mi lasciano molto dubbioso in quanto non può ragionevolmente esistere un guadagno illimitato. --Sbìsolo 19:56, 25 dic 2007 (CET)Rispondi[rispondi]

Sbisolo ha pienamente ragione. Il guadagno non può ragionevolmente essere illimitato, ma le potenzialità per guadagnare in maniera esagerata ci sono. Basterebbe partire dal concetto base di un multi-level, ovvero che chiunque fa uso di un determinato prodotto (come ad esempio il sapone) e che quindi il tuo potenziale portafoglio clienti è di sei miliardi di persone. Sarebbe però un'impresa titanica vendere una saponetta a tutti, allora si ricorre al passaparola, ovvero "consigli" quanta più gente puoi di acquistarla direttamente dall'azienda principale; allo stesso tempo puoi "consigliare" le stesse persone di fare la stessa cosa che hai fatto tu, creando in questa maniera una serie di "filiali". La cosa, poi, dovrà essere sviluppata sia in larghezza creandoti più filiali in linea diretta per avere maggiori guadagni, che in profondità ovvero aiutando le tue filiali a crearne a loro volta in linea diretta ed in profondità (cosa molto importante per dare la stabilità alla propria organizzazione). Le provvigioni vengono pagate dall'azienda principale in percentuale sul fatturato, ma per differenza ed a scaglioni, ovvero dal volume d'affari di tutta l'organizzazione che fa capo a te viene detratto il singolo volume d'affari di ogni filiale (il tuo volume d'affari sarà ovviamente sempre maggiore di ogni singola filiale). I prodotti commercializzati sono sempre di ottima qualità, e, nel caso di prodotti per l'igiene personale e della casa, altamente concentrati. Questo garantisce il riacquisto per affezione del prodotto. Ovviamente tutto positivo sulla carta, ma la tua potenziale organizzazione è pur sempre fatta di persone .... con i loro pregi, i loro difetti, ma soprattutto con le loro paure. Spero di aver chiarito maggiori aspetti. Macilito, 27.12.2007 Questo commento senza la firma utente è stato inserito da Macilito (discussioni · contributi) 16:58, 27 dic 2007‎ (CET).Rispondi[rispondi]

non è vero che è una strategia win-win[modifica wikitesto]

Smentisco che un venditore si deve occupare di creare reti profonde ed efficaci: se i tuoi sotto-venditori diventano bravi e vendono molti prodotti, tu smetti di guadagnare sul loro lavoro. Quindi è più conveniente vendere direttamente i prodotti, trovare sotto-venditori incapaci (se non vendono abbastanza, puoi guadagnare qualcosina dal loro lavoro)ma soprattutto inventarti corsi di formazione (ovviamente cari) per i tuoi sotto-venditori. 08.09.2009 Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 93.46.218.208 (discussioni · contributi) 00:32, 8 set 2009 (CEST).Rispondi[rispondi]

Ciò che si dice sul Network marketing[modifica wikitesto]

La maggior parte delle persone parla di N.M. ma non sa affatto di cosa sta parlando. Ovvero, la semplice esperienza personale di contatto con società operanti con tale metodo non consente di giudicare concretamente l'efficacia del sistema commerciale. Molte delle realtà di successo aziendale, politico e religioso si fondano su concetti di networking. Settori già esistenti sono stati rivoluzionati grazie allo sviluppo ed all' applicazione di concetti appartenenti al N.M. Ne sono da esempio il boom delle agenzie immobiliari in franchising, delle società di promozione finanziaria, delle scuole di preparazione agli esami universitari. La stessa religione ha utilizzato nei secoli un sistema di diffusione che ricorda quello in uso nel N.M.(passaparola) Pertanto, quando si parla di Network Marketing o di Multi Level Marketing bisogna distinguere il sistema di vendita dal fine perseguito da chi se ne fa promotore. Alessandro Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 87.6.149.80 (discussioni · contributi) 14:53, 22 gen 2008 (CET).Rispondi[rispondi]

Multi level marketing[modifica wikitesto]

Faccio solo una precisazione: multi level marketing e marketing piramidale sono la stessa cosa. Propongo di cancellare una delle due pagine e di farne una sola + completa. Beppefi 31/03/08 Questo commento senza la firma utente è stato inserito da Beppefi (discussioni · contributi) 14:47, 31 mar 2008 (CEST).Rispondi[rispondi]

Più che di cancellare, si tratta di unire: vedi come in Wikipedia:Segnala delle pagine da unire. --MarcoK (msg) 15:23, 31 mar 2008 (CEST)Rispondi[rispondi]
Sono contro l'unione: la voce del piramidale è già corposa e ci sono interlink in entrambe le voci.--No2 (msg) 18:34, 12 set 2008 (CEST)Rispondi[rispondi]
Sono per l'eliminazione di questa, che mi sembra tra l'altro molto "apologetica". Il Multi Level Marketing non è affatto stato difeso dalla 173/05, ma anzi non si fa nessuna artificiale distinzione tra MLM e piramidale. Quello era il testo di un progetto di legge (3322) che non mi risulta sia mai stato trasformato in legge. Quindi, per la legge italiana, Multi Level Marketing è solo un altro nome più "innocuo" per dire Marketing Piramidale. --HT, parliamone 04:57, 22 dic 2008 (CET)Rispondi[rispondi]

Assolutamente da rimuovere[modifica wikitesto]

Questa voce viene linkata da diversi siti MLM con dominio .ws (in possesso della GDI) che la utilizzano come riprova della bontà delle loro attività. Prego qualcuno di rimuovere al più presto questa voce in quanto come già detto sopra non c'è alcuna differenza dal Marketing piramidale e si rischia solamente di far cadere altri ingenui in quelle che non sono altro che truffe.

Quique Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 151.51.10.168 (discussioni · contributi) 20:06, 19 nov 2008 (CET).Rispondi[rispondi]


Ulteriore precisazione[modifica wikitesto]

Vorrei fare una ulteriore precisazione: né multi-level né network marketing possono far parte alla categoria Marketing Piramidale, in quella categoria stanno bene lo schema Ponzi e le Catene di Sant'Antonio. Mentre multi-level e network marketing stanno bene nella categoria Marketing.

Tutto ciò può esser comprovato dalla Legge 17 agosto 2005, n. 173 che potete vedere qui: http://www.camera.it/parlam/leggi/05173l.htm scaturita da diverse proposte e relazioni precedenti che potete vedere qui: http://www.camera.it/_dati/leg13/lavori/stampati/sk3500/relazion/3367.htm - http://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/stampati/sk3500/relazion/3008.htm ecc...

Propongo quindi l'aggiustamento di tutta la sezione!!

Da riscrivere[modifica wikitesto]

Questo articolo è da riscrivere di sana pianta, dandogli un taglio più tecnico e oggettivo. Così com'è sembra un agiografia delle società di multilevel. Gli interventi in questa discussione, da parte di utenti che non si firmano secondo gli standard wiki mi fanno ulteriormente pensare che effettivamente qualcuno voglia impostarlo come tale. Basta vedere l'affermazione di cui sopra: "non c'è mai rimessa economica". Molte aziende multilevel (ne cito una famosa: la Kirbi) chiedono che l'associato usi mezzi propri per andare in giro a vendere la merce, oppure per contattare la clientela. Quindi i costi e la potenziale rimessa economica ci sono eccome. --CFG (msg) 12:49, 10 ago 2011 (CEST)Rispondi[rispondi]

Inesattezze della voce[modifica wikitesto]

Questa voce contiene delle inesattezze in quanto il multi-level marketing non è un sistema piramidale né uno schema Ponzi, bensì un cosiddetto mercato a rete che, a differenza delle citate pratiche illegali, offre pari opportunità di guadagno ad ogni singolo incaricato alle vendite. Inoltre tutte le aziende che in Italia sono iscritte ad AVEDISCO agiscono nella più totale osservanza della legge, diversamente non potrebbero agire da decenni sul territorio nazionale. Molte di esse sono sul mercato internazionale da sessanta anni ed oltre, alcune anche da un secolo. Trovo dannoso ledere l'onestà di chi opera in questo settore merceologico, non sottolineando le particolarità che ho elencato, che andrebbero doverosamente aggiunte alla voce in oggetto. Se qualcuno ha indubbiamente agito nell'illegalità, non è giusto che ci debbano andare di mezzo anche coloro che fanno dell'onestà un vessillo. Grazie per l'attenzione. Andrea Zanzottera - GenovaQuesto commento senza la firma utente è stato inserito da Andrewzanza (discussioni · contributi) 22:05, 17 ott 2017 (CEST).Rispondi[rispondi]

Infatti ci si limita a una descrizione delle prescrizioni legali e delle generiche critiche. Il problema è che anzi le critiche, soprattutto quelle in termini di sostenibilità, andrebbero approfondite. --Vito (msg) 07:02, 18 ott 2017 (CEST)Rispondi[rispondi]
Forse bisognerebbe ricordare e precisare che gli incaricati che collaborano con le aziende (legali) che hanno abbracciato il modello di vendita diretta e/o network marketing, offrono libero accesso a tutti, senza prerequisiti ne obblighi di alcun tipo.
Ogni incaricato è libero di autodeterminarsi nell'impegno e , di conseguenza, nei relativi risultati. Ed è abbastanza comune che molte persone si avvicinino ad un'attività di questo tipo con l'approccio in stile "proviamo e vediamo come va", consapevoli del fatto che , in ogni caso, non si incorrerebbe in grandi rischi.
Questa è la principale ragione per cui la stragrande maggioranza delle persone ottiene risultati modesti se non addirittura interrompe il rapporto dopo poche settimane. Esattamente come succede a tutte le palestre del mondo dove a settembre sono piene di iscritti e dopo due mesi ne sono rimasti, se va bene, la metà. Ma non si può affermare che sono le palestre che hanno problemi, bensì i loro iscritti che non si impegnano nel percorso o non sono sufficientemente motivati.
Diverso sarebbe se le aziende imponessero requisiti e/o obblighi di budget e di fatturato. Moltissimi neanche inizierebbero e quelli che avanzerebbero andrebbero sicuramente ai risultati perché sarebbero disposti a prendere l'impegno necessario. Ecco perché non ha alcun senso analizzare la validità di un modello di business in libera impresa (come per l'appunto è il NM) sulla base puramente statistica del numero degli iscritti rapportata al numero di quelli che hanno ottenuto risultati degni di nota. Se vogliamo fare una statistica "reale", dovremmo aggiungere nella valutazione anche il parametro "tempo dedicato", "durata del rapporto" e come si è lavorato nel periodo.
La sostenibilità è determinata dalla qualità dei prodotti offerti e dal piano di compensazione dei redditi che deve essere equilibrato e premiare sia gli sponsor che gli sponsorizzati. Ci sono molti esempi di aziende che operano da decenni nel mercato con tutti questi requisiti. --Abergatta21 (msg)

Significato del termine controverso[modifica wikitesto]

Un argomento è controverso quando ci sono almeno due correnti di pensiero contrapposte su quell'argomento. È più che evidente che il Multi-level marketing sia controverso proprio perché esiste un tira e molla sulla sua definizione. --Angelo Mascaro (msg) 13:21, 12 gen 2018 (CET)Rispondi[rispondi]

Scusa Angelo, ma seguendo il ragionamento ogni cosa al mondo è controversa ! Su ogni cosa ci sono correnti di pensiero. Ragionando in questo modo si fa una generalizzazione eccessiva che mette in cattiva luce un settore industriale che sta producendo economia e opportunità per molte persone.
Sarebbe un po' come dire che il settore alimentare è "controverso" perché c'è chi sostiene che ci sono operatori nel settore che spacciano prodotti BIO mentre , nella realtà, li fanno con le staminali. Di controverso nel MLM e/o nella vendita diretta non c'è nulla. Sono aree industriali ben definite con le relative leggi e normative in ogni paese. Quello chè bisogna dire è che ci sono aziende e/o operatori che non si comportano seguendo le leggi. E questi, non sono "controversi", sono dei furfanti! Ma non si deve confondere il soggetto del discorso. Generalizzare è da ignoranti e danneggia chi opera con serietà e impegno. -- --Abergatta21 (msg)

Collegamenti esterni modificati[modifica wikitesto]

Gentili utenti,

ho appena modificato 1 collegamento/i esterno/i sulla pagina Multi-level marketing. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 16:19, 16 gen 2018 (CET)Rispondi[rispondi]

Voce da correggere in molte parti[modifica wikitesto]

Onestamente, questa voce mi pare molto tendenziosa e poco oggettiva su quello che effettivamente il MLM (o il Network Marketing, altro sinonimo) è. Ritengo profondamente scorretto dare un carattere "negativo" o "positivo" a questa voce, che dovrebbe essere di carattere per lo più informativo. Inoltre, dare un carattere di questo tipo per quanto mi risulta, sarebbe in contrasto con le regole di questa pagina. A mio onesto parere, la voce è da riscrivere! --Cicciopala (msg) 23:19, 17 dic 2020 (CET)Rispondi[rispondi]

la voce dice quello che le fonti dicono. --ignis scrivimi qui 07:55, 18 dic 2020 (CET)Rispondi[rispondi]
uno può manipolare il contenuto delle fonti a proprio piacimento, per dimostrare le proprie conclusioni, senza che le fonti riportino davvero ciò che si vuole far passare: questo è uno di questi casi. In particolare, uno su tutti, la fonte [3] parla di schemi piramidali e non di MLM. Qua invece mi sembra si debba parlare di MLM o sbaglio? Più che citare quella fonte, rimanderei direttamente alla pagina dedicata, dove serve (e in molte parti la stessa fonte viene citata in maniera impropria, dove si parla di MLM invece di schemi piramidali... non sono la stessa cosa!). Per altre fonti, l'errore è più sottile, ma comunque un errore... per quello dicevo che la voce andrebbe riscritta per intero!--Cicciopala (msg) 23:58, 26 dic 2020 (CET)Rispondi[rispondi]
credo che la fonte 3 chiarisca un po' il concetto: Some people confuse pyramid and Ponzi schemes with legitimate multilevel marketing. Multilevel marketing programs are known as MLM's,(4) and unlike pyramid or Ponzi schemes, MLM's have a real product to sell. In pratica i MLM illegali sono anche schemi piramidali. Possiamo introdurre questa distinzione in modo esplicito nell'incipit . --ignis scrivimi qui 10:12, 27 dic 2020 (CET)Rispondi[rispondi]
Quindi, se ho ben capito, MLM e schema piramidale, che semanticamente sono esattamente la stessa cosa, nell'accezione derivante dall'uso sono diversi: si usa MLM quando è legare e schema piramidale quando è illegale oppure quando non esiste un vero prodotto e solo l'affiliazione di nuovi membri produce reddito per i livelli superiori. È corretta la mia interpretazione? --Angelo Mascaro (msg) 12:03, 27 dic 2020 (CET)Rispondi[rispondi]
la fonte citata dice quello sopra scritto , altre fonti non le ho valutate. --ignis scrivimi qui 12:22, 27 dic 2020 (CET)Rispondi[rispondi]
Vorrei chiarire il concetto: se è legale, è MLM, altrimenti è uno schema piramidale. Non esistono nè MLM illegali, nè schemi piramidali legali. La differenza sostanziale tra i due, è che nello schema piramidale 1) non si ha un prodotto da proporre e 2) ci sono dei costi per entrare all'interno della "rete" che non possano essere giustificati nemmeno da spese amministrative dovute dall'azienda di cui la persona diventa "socio" (quelle dovute dall'azienda produttrice dei prodotti, per regolarizzare la posizione fiscale del Socio-venditore nei confronti della Camera di Commercio e dell'Agenzia delle Entrate). Questo per la legislazione italiana. In aggiunta a questa, per la legislazione americana, è previsto anche un divieto di imporre prezzi per i vari prodotti commercializzati (ma questo vincolo non rende l'MLM illegale in Italia, nè, per quanto ne so, in Europa). A mio modesto parere, lasciando soprattutto la fonte [3], ma anche altre inesattezze, si genera un'enorme confusione che, anzichè chiarire il concetto già non di facile comprensione per una persona media, lo rende ancor meno chiaro. Ma forse è proprio questo l'intento...--Cicciopala (msg) 19:09, 27 dic 2020 (CET)Rispondi[rispondi]
Caro [@ Cicciopala] mi permetto di farle osservare che qui dovremmo limitarci ai fatti e lasciare fuori le opinioni. In particolar modo le opinioni sulle motivazioni degli altri, soprattutto quelle delle persone che non si conoscono, sono da evitare. Applico questa regola da parecchio, sia nelle relazioni personali sia in quelle professionali, con grande successo. Presupporre gli altrui intenti può condurre a grossi errori comportamentali e la creazione di ostacoli nei rapporti. Spero che voglia ascoltare questo suggerimento, se non per rispetto altrui, per i vantaggi che ne potrebbe ricavare. Cordiali saluti. --Angelo Mascaro (msg) 20:15, 28 dic 2020 (CET)Rispondi[rispondi]