Diocesi di Tacuarembó

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diocesi di Tacuarembó
Dioecesis Tacuarembiana
Chiesa latina
Tacuarembó Catedral.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Montevideo
Mappa della diocesi
Vescovo Pedro Ignacio Wolcan Olano
Sacerdoti 21 di cui 10 secolari e 11 regolari
4.812 battezzati per sacerdote
Religiosi 15 uomini, 33 donne
Diaconi 5 permanenti
Abitanti 201.000
Battezzati 101.055 (50,3% del totale)
Superficie 24.808 km² in Uruguay
Parrocchie 16
Erezione 22 ottobre 1960
Rito romano
Cattedrale San Fruttuoso
Indirizzo Calle Joaquín Suárez 235, 45000 Tacuarembó, Uruguay
Dati dall'Annuario pontificio 2018 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Uruguay

La diocesi di Tacuarembó (in latino: Dioecesis Tacuarembiana) è una sede della Chiesa cattolica in Uruguay suffraganea dell'arcidiocesi di Montevideo. Nel 2017 contava 101.055 battezzati su 201.000 abitanti. È retta dal vescovo Pedro Ignacio Wolcan Olano.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende i dipartimenti di Tacuarembó e di Rivera.

Sede vescovile è la città di Tacuarembó, dove si trova la cattedrale di San Fruttuoso.

Il territorio si estende su 24.808 km² ed è suddiviso in 16 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi è stata eretta il 22 ottobre 1960 con la bolla Quod impiger di papa Giovanni XXIII, ricavandone il territorio dalla diocesi di Florida.

Il 15 novembre 1974, con la lettera apostolica Quamquam adversa, papa Paolo VI ha confermato la Beata Maria Vergine Immacolata del Sacro Nome (Beata Maria Virgo Immaculata a sacro Nomismate ) patrona principale della diocesi.[1]

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi nel 2017 su una popolazione di 201.000 persone contava 101.055 battezzati, corrispondenti al 50,3% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1966 95.000 154.905 61,3 29 14 15 3.275 9 81 13
1968 ? 154.905 ? 27 15 12 ? 16 85 14
1976 198.660 220.733 90,0 33 13 20 6.020 23 76 15
1980 152.600 170.900 89,3 25 11 14 6.104 20 71 15
1990 148.750 175.000 85,0 23 12 11 6.467 1 12 48 15
1999 127.545 182.900 69,7 27 12 15 4.723 8 21 49 16
2000 125.870 179.814 70,0 26 12 14 4.841 7 19 49 16
2001 125.870 183.814 68,5 24 10 14 5.244 7 20 52 16
2002 125.870 183.814 68,5 24 10 14 5.244 7 20 51 16
2003 125.875 183.814 68,5 23 13 10 5.472 7 16 46 16
2004 126.567 183.414 69,0 23 12 11 5.502 8 15 46 16
2010 98.500 196.000 50,3 22 11 11 4.477 8 16 44 16
2014 99.900 198.800 50,3 20 11 9 4.995 8 12 35 16
2017 101.055 201.000 50,3 21 10 11 4.812 5 15 33 16

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (LA) Lettera apostolica Quamquam adversa, AAS 67 (1975), pp. 88-89.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi