Diocesi di Salde

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Salde
Sede vescovile titolare
Dioecesis Salditana (Saldicensis)
Chiesa latina
Vescovo titolare Limacêdo Antônio da Silva
Istituita XVIII secolo
Stato Algeria
Diocesi soppressa di Salde
Eretta ?
Soppressa ?
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Salde (in latino: Dioecesis Salditana seu Saldicensis) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Salde, corrispondente alla città di Bijaya nell'odierna Algeria, è un'antica sede episcopale della provincia romana della Mauritania Sitifense. Dopo la conquista araba, la città assunse il nome di Bugia, da cui l'odierno nome di Bijaya, per essere stato un importante centro di produzione di piccole candele, chiamate appunto bugie.

In antichità è documentato un solo vescovo di Salde, Pascasio, che prese parte al sinodo riunito a Cartagine dal re vandalo Unerico nel 484. La sede di Bugia è ricordata ancora nell'XI secolo in una lettera di papa Gregorio VII clero et populo Buzee, dove si fa menzione della consacrazione nel 1076 dell'arcivescovo Servando.

Oggi Salde sopravvive come sede vescovile titolare; l'attuale vescovo titolare è Limacêdo Antônio da Silva, vescovo ausiliare di Olinda e Recife.

In passato è esistita anche la sede titolare di Bugia, soppressa nel corso dell'Ottocento.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Pascasio † (menzionato nel 484)
  • Servando † (menzionato nel 1076)

Cronotassi dei vescovi titolari[modifica | modifica wikitesto]

  • Alberto, O.F.M. † (1415 - 1442 deceduto)
  • Johannes Frey, O.F.M. † (19 agosto 1457 - 8 aprile 1474 deceduto)
  • Erasmus Berchinger, O.F.M. † (6 novembre 1482 - 26 settembre 1483 deceduto)
  • Mathias Schach, O.Cart. † (19 novembre 1495 - 5 novembre 1515 deceduto)
  • Konrad Mair † (21 luglio 1517 - 1522 deceduto)[1]
  • Hieronim Antoni Szeptycki † (20 luglio 1739 - 24 settembre 1759 nominato vescovo di Płock)
  • Ignatius Krzyzanowski † (14 giugno 1762 - ?)
  • Bernard-Claude Panet † (12 agosto 1806 - 4 dicembre 1825 succeduto arcivescovo di Québec)
  • Daniel O'Connor, O.E.S.A. † (25 aprile 1834 - 10 luglio 1867 deceduto)[2]
  • Henri-Jean-Maria Prud'homme † (29 gennaio 1937 - 5 gennaio 1952 deceduto)
  • Helder Pessoa Câmara † (3 marzo 1952 - 12 marzo 1964 nominato arcivescovo di Olinda e Recife)
  • Henri-Martin-Félix Jenny † (15 maggio 1965 - 15 febbraio 1966 succeduto arcivescovo di Cambrai)
  • Marie-Joseph Lemieux, O.P. † (24 settembre 1966 - 4 marzo 1994 deceduto)
  • Sylvester Carmel Magro, O.F.M. † (10 marzo 1997 - 20 gennaio 2018 deceduto)
  • Limacêdo Antônio da Silva, dal 4 aprile 2018

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I vescovi fin qui riportati da Catholic Hierarchy, sono menzionati da Eubel nella cronotassi dei vescovi di Salona.
  2. ^ Annuario Pontificio 1840, p. 185 (Madras), segnala come data di istituzione il 23 aprile.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi