Diocesi di Kabinda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diocesi di Kabinda
Dioecesis Kabindaënsis
Chiesa latina
Suffraganea dell' arcidiocesi di Kananga
Vescovo Valentin Masengo Mkinda
Sacerdoti 66 di cui 61 secolari e 5 regolari
8.333 battezzati per sacerdote
Religiosi 23 uomini, 136 donne
Abitanti 1.055.400
Battezzati 550.000 (52,1% del totale)
Superficie 58.625 km² nella Repubblica Democratica del Congo
Parrocchie 29 (6 vicariati)
Erezione 24 marzo 1953
Rito romano
Cattedrale San Martino
Indirizzo B.P. 400, Mbuji-Mayi, Kasai Oriental, Rep. Democratique du Congo
Dati dall'Annuario pontificio 2014 (ch · gc?)
Chiesa cattolica nella Repubblica Democratica del Congo

La diocesi di Kabinda (in latino: Dioecesis Kabindaënsis) è una sede della Chiesa cattolica nella Repubblica Democratica del Congo suffraganea dell'arcidiocesi di Kananga. Nel 2013 contava 550.000 battezzati su 1.055.400 abitanti. È retta dal vescovo Valentin Masengo Mkinda.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi si estende su due province della Repubblica Democratica del Congo. Comprende per intero i territori di Kabinda, Lubao e Lusambo e una parte di quello di Lubefu nella provincia del Kasai Orientale, e una parte del territorio di Kabongo nella provincia del Katanga.

Sede vescovile è la città di Kabinda, dove si trova la cattedrale di San Martino.

Il territorio si estende su 58.625 km² ed è suddiviso in 29 parrocchie, raggruppate in sei decanati: Kabinda, Lubao, Lusambo, Kalonda, Tshungu e Basubuke.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il vicariato apostolico di Kabinda fu eretto il 24 marzo 1953 con la bolla Sanctae Ecclesiae di papa Pio XII, ricavandone il territorio dal vicariato apostolico di Luluabourg (oggi arcidiocesi di Kananga).

Il 10 novembre 1959 il vicariato apostolico è stato elevato a diocesi con la bolla Cum parvulum di papa Giovanni XXIII.

Nel 1963 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione dell'amministrazione apostolica di Mbuji-Mayi (oggi diocesi di Mbujimayi).

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Georges Kettel, C.I.C.M. † (24 marzo 1953 - 19 dicembre 1968 dimesso)
  • Matthieu Kanyama † (16 dicembre 1968 - 2 novembre 1995 ritirato)
  • Valentin Masengo Mkinda, dal 2 novembre 1995

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2013 su una popolazione di 1.055.400 persone contava 550.000 battezzati, corrispondenti al 52,1% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1969 100.300 293.000 34,2 33 8 25 3.039 48 39 2
1980 115.497 347.508 33,2 23 7 16 5.021 30 51 15
1990 134.815 442.175 30,5 37 26 11 3.643 26 85 21
1999 149.076 514.786 29,0 52 47 5 2.866 16 130 19
2000 161.489 514.800 31,4 48 44 4 3.364 17 114 17
2001 162.529 515.600 31,5 53 49 4 3.066 15 118 18
2002 164.086 516.113 31,8 51 47 4 3.217 14 88 22
2003 206.113 516.113 39,9 56 51 5 3.680 15 95 23
2004 200.000 700.000 28,6 58 54 4 3.448 9 95 23
2006 207.644 725.746 28,6 64 60 4 3.244 16 130 24
2011 240.000 1.219.000 19,7 60 57 3 4.000 21 133 29
2013 550.000 1.055.400 52,1 66 61 5 8.333 23 136 29

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi