Diocesi di Butembo-Beni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diocesi di Butembo-Beni
Dioecesis Butembensis-Benensis
Chiesa latina
Suffraganea dell' arcidiocesi di Bukavu
Vescovo Melchisedec Sikuli Paluku
Sacerdoti 318 di cui 186 secolari e 132 regolari
3.981 battezzati per sacerdote
Religiosi 335 uomini, 613 donne
Abitanti 1.868.000
Battezzati 1.266.000 (67,8% del totale)
Superficie 45.000 km² nella Repubblica Democratica del Congo
Parrocchie 48
Erezione 9 aprile 1934
Rito romano
Cattedrale Sant'Andrea
Indirizzo B.P. 63, Butembo, Nord-Kivu, Rep. Democratique du Congo
Dati dall'Annuario pontificio 2016 (ch · gc)
Chiesa cattolica nella Repubblica Democratica del Congo

La diocesi di Butembo-Beni (in latino: Dioecesis Butembensis-Benensis) è una sede della Chiesa cattolica nella Repubblica Democratica del Congo suffraganea dell'arcidiocesi di Bukavu. Nel 2015 contava 1.266.000 battezzati su 1.868.000 abitanti. È retta dal vescovo Melchisedec Sikuli Paluku.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende le città di Butembo e di Beni.

Sede vescovile è la città di Butembo, dove si trova la cattedrale di Maria Madre della Chiesa.

Il territorio si estende su 45.000 km² ed è suddiviso in 48 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La missione sui iuris di Beni fu eretta il 9 aprile 1934 con la bolla Quo latius di papa Pio XI, ricavandone il territorio dal vicariato apostolico di Stanley Falls (oggi arcidiocesi di Kisangani).

Il 9 febbraio 1938 la missione sui iuris fu elevata a vicariato apostolico con la bolla Si christifidelium dello stesso papa Pio XI.

Il 10 novembre 1959 per effetto della bolla Cum parvulum di papa Giovanni XXIII il vicariato apostolico fu ulteriormente elevato a diocesi, assumendo il nome di diocesi di Beni nel Congo.

Il 7 luglio 1960 cambiò nome in favore di diocesi di Beni e il 7 febbraio 1967 ha cambiato nuovamente nome assumendo l'attuale denominazione, per la traslazione della sede episcopale da Beni a Butembo.

Dal 22 aprile 1988 è gemellata con la diocesi di Noto.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Henri Joseph Marius Piérard, A.A. † (1934 - 17 maggio 1966 deceduto)[1]
  • Emmanuel Kataliko † (17 maggio 1966 - 3 marzo 1997)
  • Melchisedec Sikuli Paluku, dal 3 aprile 1998

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2015 su una popolazione di 1.868.000 persone contava 1.266.000 battezzati, corrispondenti al 67,8% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 113.389 400.000 28,3 49 2 47 2.314 29 11
1958 254.323 430.000 59,1 67 5 62 3.795 14 116
1970 440.250 810.000 54,4 61 22 39 7.217 101 237 24
1980 678.352 1.032.000 65,7 53 24 29 12.799 76 237 23
1990 816.847 1.245.453 65,6 97 56 41 8.421 130 299 24
1996 893.525 1.363.784 65,5 151 105 46 5.917 149 364 28
2000 1.090.735 1.570.807 69,4 157 112 45 6.947 290 366 32
2001 1.144.021 1.557.385 73,5 151 108 43 7.576 171 397 32
2002 1.137.210 1.722.117 66,0 151 102 49 7.531 183 302 33
2003 929.417 1.403.616 66,2 154 111 43 6.035 256 397 33
2004 898.653 1.392.536 64,5 205 125 80 4.383 275 535 33
2006 993.000 1.463.000 67,9 199 132 67 4.989 228 542 35
2012 1.173.000 1.730.000 67,8 348 176 172 3.370 344 455 46
2015 1.266.000 1.868.000 67,8 318 186 132 3.981 335 613 48

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rafael Lazcano, Episcopologio Agustiniano. Agustiniana. Guadarrama (Madrid) 2014, vol. I, p. 494-497.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENno2010055428 · WorldCat Identities (ENno2010-055428