Destroyer of Worlds

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Destroyer of Worlds
ArtistaBathory
Tipo albumStudio
Pubblicazione9 ottobre 2001
Durata65:57
Dischi1
Tracce13
GenereViking metal
Thrash metal
EtichettaBlack Mark Production
ProduttoreBorje Forsberg e Quorthon
Registrazione2001
Bathory - cronologia
Album precedente
(1996)
Album successivo
(2002)

Destroyer of Worlds è il decimo album in studio del gruppo musicale black metal svedese Bathory, pubblicato nel 2001 dalla Black Mark.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo dell'album prende il nome dalla famosa citazione di Robert Oppenheimer sulla bomba atomica:

(EN)

«I am become death,
destroyer of worlds»

(IT)

«Io sono diventato la morte,
distruttore di mondi.»

Dal punto di vista stilistico, Destroyer of Worlds è una via di mezzo fra il viking metal del periodo 1988-1991 e il thrash metal degli album Requiem e Octagon, come si può sentire nelle canzoni "Bleeding", "109", "Death from Above", "Liberty & Justice", e "Kill Kill Kill".

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Lake of Fire – 5:43
  2. Destroyer of Worlds – 4:51
  3. Ode – 6:27
  4. Bleeding – 3:55
  5. Pestilence – 6:50
  6. 109 – 3:36
  7. Death from Above – 4:35
  8. Krom – 2:50
  9. Liberty & Justice – 3:52
  10. Kill Kill Kill – 3:09
  11. Sudden Death – 3:19
  12. White Bones – 8:35
  13. Day of Wrath – 8:15

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Heavy metal Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal