Crypto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crypto
Titolo originale Digital fortress
Autore Dan Brown
1ª ed. originale 1998
1ª ed. italiana 2006
Genere Romanzo
Sottogenere Thriller
Lingua originale inglese
Protagonisti Susan Fletcher
Coprotagonisti David Becker
Antagonisti Ensei Tankado

Crypto (titolo originale in lingua inglese: Digital fortress) è il primo romanzo thriller dello scrittore Dan Brown, scritto nel 1998 e pubblicato in Italia il 27 giugno 2006.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La brillante mente matematica Susan Fletcher, responsabile della divisione di crittologia della National Security Agency viene convocata con urgenza da Strathmore, il comandante del settore. Collocato in una sala di massima sicurezza, un sofisticatissimo strumento informatico denominato TRANSLTR, che si occupa di decodificare qualunque testo cifrato in brevissimo tempo tramite attacchi a forza bruta, è alle prese con un messaggio criptato tramite un algoritmo ricorsivo, che non riesce a forzare. Sono molto poche le persone che sanno dell'esistenza di questa macchina, creata allo scopo di contrastare le minacce di terroristi, e che controlla il contenuto dei messaggi di posta elettronica che circolano su Internet. Il misterioso ed inviolabile codice con cui è alle prese ha ben presto un nome: Fortezza Digitale. È stato creato dal giapponese Ensei Tankado, ex matematico della NSA, portatore di handicap sin dalla nascita a causa del disastro atomico di Hiroshima, e strenuo sostenitore della privacy dei cittadini minacciata da TRANSLTR. Da qui la sua decisione di intralciare l'operato della NSA e la minaccia di permettere a chiunque di scaricare Fortezza Digitale (che quindi consentirebbe di inviare messaggi criptati non decodificabili da TRANSLTR), da Internet, con la conseguenza di consentire a criminali e a terroristi di agire indisturbati. Ma la sopravvenuta e alquanto strana morte di Tankado scatena una caccia alla chiave che consente di espugnare il codice, che permetterebbe alla NSA di renderlo di fatto inutile. Sarà Susan insieme all'uomo che ama, David Becker, a cercare di venire fuori da questa terribile situazione tra omicidi, tradimenti e corse estenuanti.

Personaggi principali[modifica | modifica sorgente]

  • Susan Fletcher: Capo del dipartimento di crittologia dell'National Security Agency (NSA)
  • David Becker: Fidanzato di Susan, professore universitario esperto di linguistica
  • Comandante Trevor Strathmore: Vicedirettore dell'NSA e capo di Crypto
  • Ensei Tankado: Ex-crittologo giapponese dell'NSA, creatore di Fortezza Digitale e potente nemico dell'NSA
  • North Dakota: Aiutante di Tankado dall'identità sconosciuta
  • Greg Hale: Crittografo dell'NSA, ex membro del Corpo dei Marines
  • Leland Fontaine: Direttore dell'NSA
  • Midge Milken: Analista della sicurezza interna dell'NSA
  • Hulohot: Esperto assassino portoghese che lavora in Europa, cercherà di eliminare ogni elemento che possa far luce sulla vicenda
  • Chad Brinkerhoff: Responsabile dell'ufficio del direttore
  • Phil Chartrukian: un tecnico al servizio dei crittologi, membro del Sys-Sec, laboratorio adibito alla protezione di TRANSLTR dai virus
  • Tokugen Numataka: Uomo d'affari giapponese
  • Jabba: Esperto nella sicurezza dei computer e creatore di Gauntlet, il sistema che protegge Crypto dai virus, responsabile della sicurezza dell'NSA.

Critiche ed errori presenti in Crypto[modifica | modifica sorgente]

Dan Brown premette, all'inizio del libro, che tutto ciò che ha esposto nel romanzo è completamente inventato, a differenza di quanto fatto per il Codice Da Vinci o per Angeli e Demoni in cui scrisse nella pagina iniziale che "tutte le descrizioni di opere d'arte corrispondono a verità". Tuttavia, è possibile riscontrare numerosi errori, incongruenze e stravolgimenti degni di nota all'interno del romanzo.

  • Tutto il libro ruota attorno ad un cifrario "indecifrabile", che se reso pubblico metterebbe in pericolo la sicurezza nazionale degli Stati Uniti. I protagonisti parlano più volte di un principio (principio di Bergowsky) il quale afferma che non può esistere un codice di questo tipo. In realtà un cifrario indecifrabile senza chiave esiste e si tratta del cosiddetto Cifrario perfetto o Cifrario di Vernam. Ciò che non esiste è il Principio di Bergofsky.
  • Nel libro si afferma che TRANSLTR, un supercomputer dell'NSA, è in grado di provare 30 milioni di chiavi al secondo e cioè 100 miliardi ogni ora e che quindi è in grado di forzare chiavi da ben 1 milione di bit in poche ore. Questo è matematicamente impossibile anche immaginando una chiave di "soli" 64 bit in quanto sarebbero necessari più di 20000 anni per forzarla.
  • Il piano del comandante Strathmore di sostituire la copia di Fortezza Digitale presente in internet con una da lui modificata, è del tutto incongruente. Infatti, la copia originale, così come il libro riporta, è già stata scaricata da tantissime persone (perché già resa di dominio pubblico) e quindi, con la pubblicazione della pass-key, essi avrebbero aperto e utilizzato l'algoritmo originale e non quello creato da Strathmore.
  • Molti spagnoli si sono lamentati della descrizione che l'autore fa del loro paese, dipinto da Dan Brown come un paese sottosviluppato con numerosi problemi come la prostituzione, soprattutto nella polizia e l'impunità dopo gli omicidi. Nonostante le premesse, non si può dipingere un paese in un modo talmente lontano dalla realtà a tal punto da rappresentare il corpo della polizia spagnola come un insieme uguale di persone legate dalla singola particolarità di servirsi della prostituzione, tra l'altro illegale in Spagna. Infatti, Rocio, una prostituta di una compagnia di Siviglia, quando parla con David Becker, l'insegnante universitario mandato da Strathmore e che faceva finta di essere uno della Guardia Civil di Siviglia, gli dice subito che non poteva essere uno di quelli perché lei afferma che conosceva tutti i poliziotti della città in quanto suoi migliori clienti, nonostante la prostituzione sia severamente vietata in Spagna. In questo modo raffigura la Spagna anche come un paese privo di spirito e di rispetto verso la vita umana, contrario di quello che predica la religione cristiano-cattolica, praticata maggiormente in Spagna e contestata duramente da Dan Brown.
  • In questo libro l'autore afferma come la rete di Internet nasca negli Stati Uniti, contraddicendo così quanto scritto poi in Angeli e Demoni e, cioè, che fosse nata al CERN, in Svizzera. La verità sta nel mezzo: Arpanet nacque negli Stati Uniti, DCA e Arpa il 17 ottobre 1980 crearono a Internet come unione di reti interconnesse tramite i protocolli TCP e IP, mentre al CERN nacque il World Wide Web.
  • "Senza cera" è il criptico codice che David scrive continuamente a piè pagina nei messaggi che lascia alla sua amata: esso viene svelato solo alla fine e attribuito a fantomatici scultori rinascimentali spagnoli che sostituivano con cera alcune parti che avrebbero dovuto essere, altrimenti, marmoree (attribuendo così l'origine della parola alla lingua spagnola). Sull'etimologia del termine Senza cera, per la verità, esistono altre più fondate ipotesi, come quella che considera il legame con la parola sincero.
  • Nel libro viene fatta la seguente citazione: "La bomba atomica sganciata su Nagasaki era a base di uranio, e non di plutonio, diversamente da com’è credenza diffusa". In realtà la bomba di Nagasaki era effettivamente a base di plutonio.
  • Altri fatti sembrano inverosimili, come la creazione e il mantenimento di una struttura mastodontica come TRANSLTR.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Alla fine del romanzo in lingua inglese appare una serie di numeri, che sembra essere un codice segreto:

128-10-93-85-10-128-98-112-6-6-25-126-39-1-68-78.

Può essere decifrato prendendo la lettera iniziale dei corrispondenti capitoli, ottenendo così: WECGEWHYAAIORTNU.

Per decifrare questa serie di lettere bisogna utilizzare il metodo dei "quadrati di Cesare", descritto nel romanzo (in realtà il vero e proprio cifrario di Cesare si basava su un meccanismo diverso). Per risolverlo bisogna disporre il testo in quattro righe di quattro lettere: WECG - EWHY - AAIO - RTNU.

Leggendolo dall'alto verso il basso si ottiene: WEAREWATCHINGYOU.

Aggiungendo gli spazi si ottiene: We are watching you («Noi ti stiamo osservando»). Questo è un esplicito riferimento al sistema di sorveglianza dell'NSA.

La stessa cosa succede con l'edizione in lingua francese: il codice segreto è 113-19-5-28-5-53-66-113-76-19-128-10-92-15-19-128 e la parola che si ottiene è VEOROTBVUESESSES a cui aggiungendo gli spazi si arriva a Vous êtes observés.

  • Come già citato nella prima, David usa le parole "senza cera" per dire sinceramente; la stessa espressione e relativa spiegazione viene usata di nuovo da Dan Brown nel romanzo Il simbolo perduto pubblicato undici anni dopo.
  • Quando viene descritto il personaggio di Ensei Tankado, si dice che egli è nato "diciannove anni dopo" lo sgancio delle bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki, ossia nel 1964; più tardi, viene detto che Tankado è morto a trentadue anni. Ciò indica che le vicende narrate nel libro si svolgono nel 1996.

Note e riferimenti[modifica | modifica sorgente]


Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura