Crodino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bottiglia di Crodino
Tappo di Crodino

Il Crodino è un aperitivo analcolico prodotto in Italia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia di Crodino inizia il 1º dicembre 1964, quando fu lanciato sul mercato dapprima con il nome di Picador, trasformato poi in Biondino e convertito definitivamente in Crodino il 14 luglio 1965.

Lo stabilimento di produzione si trova a Crodo, dove Crodino è prodotto ed imbottigliato secondo la ricetta originale segreta.

Dal 1995 Crodino fa parte del Gruppo Campari, dopo l'acquisizione di quest'ultima della sezione italiana della multinazionale olandese Bols Wessanen[1].

Il Gruppo Campari rilancia il brand con la campagna ‘Personaggi’, con i protagonisti dei fumetti o della letteratura (Dracula, Frankenstein, Diabolik, Tarzan, Aladino, Biancaneve, Napoleone, Tedoforo, Galileo, Colombo) accomunati dalla richiesta fatta al barista: “Dino, dammi un Crodino”.

L’umorismo facile e bonario diventa uno dei valori che connotano il posizionamento di Crodino: la carica di ironia mista ad un pizzico di follia. “L’analcolico biondo fa impazzire il mondo”, che chiude lo spot TV, diventa un tormentone nazionale.

Dal 2001 la comunicazione pubblicitaria di Crodino si arricchisce di un personaggio unico: il Gorilla, un consumatore fanatico prima, un testimonial imbattibile poi.

La comunicazione resta fondata su un’ironia semplice quanto irriverente, immediata e trasversale.

L’atmosfera è quella del momento di consumo: l’aperitivo italiano, fatto di relax, informalità, immediatezza.

Dal 2005 al Gorilla si affianca la conduttrice televisiva Victoria Cabello: eclettica ed originale, ironica e spontanea.

Victoria interagisce con il Gorilla in sempre nuovi soggetti e ambientazioni: dal 2007 la nuova formula “Posso offrirvi un Crodino prima di cena?”, ambientata tra le mura domestiche, invita anche al consumo in casa.

Dal 2014 arriva la nuova campagna “Biondo aperitivo, zero impegnativo”, con l'attore hollywoodiano Owen Wilson, che introduce una rivoluzione epocale nella comunicazione di Crodino. Wilson, protagonista di 3 nuovi spot televisivi, ambientati al bar o nella cucina di casa, interpreta la personalità di Crodino: un biondo antieroe dal ciuffo irresistibile che conquista tutti al primo sguardo, sciogliendo con una risata contagiosa l’atmosfera troppo formale di aperitivi ultra-patinati.

È l’effetto della “bionditudine”, ovvero la capacità di divertirsi in modo spontaneo e autentico, mettendo tutti a proprio agio e prendendo alla leggera i momenti in cui possiamo essere finalmente noi stessi - come durante l’aperitivo.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

È prodotto a Crodo (VB) con una miscela di ingredienti, per lo più segreti, tra i quali sono citati chiodi di garofano, cardamomo, coriandolo e noce moscata, lasciati riposare in botti di rovere per sei mesi che ne conferiscono il classico sapore amarognolo di bitter.

Commercializzazione[modifica | modifica wikitesto]

Commercializzato in bottigliette di vetro da 10 cl, andrebbe servito freddo con una fettina di arancia.

Nel 2014 è stata introdotta la variante denominata Crodino Twist da 17,5 cl, disponibile nel gusto agrumi e nel gusto frutti rossi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Riboni Enzo, Che cosa ci berremo dopo il Crodino in Corriere della Sera, 30 gennaio 1995.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina