Crazzy Steve

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Crazzy Steve
Crazzy Steve 2015.jpg
Crazzy Steve nel 2015
NomeSteve Scott[1]
Ring nameCrazzy Steve
Steve Scott
NazionalitàCanada Canada
NascitaMontreal, Quebec, Canada
4 marzo 1984 (34 anni)[1]
Altezza dichiarata178[2] cm
Peso dichiarato91[2] kg
AllenatoreEric Young[2]
Debutto2003
FederazioneTNA
Progetto Wrestling

Steve Scott, meglio conosciuto con il ring-name di Crazzy Steve (Montréal, 4 marzo 1984), è un wrestler canadese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Circuito indipendente (2003–2013)[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2003 al 2013 Scott compete per diverse organizzazioni del circuito indipendente, come ad esempio la Great Canadian Wrestling (GCW), dove conquista anche le cinture di coppia assieme a Gutter. Il 10 settembre 2011 vince il Georgian Bay Heavyweight Championship della Maximum Pro Wrestling, sconfiggendo El Tornado. Il 26 novembre 2013 affronta senza successo Gabriel Saint con in palio l'ESW Interstate Championship.

Total Nonstop Action Wrestling[modifica | modifica wikitesto]

The Menagerie (2014–2015)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Menagerie.
Crazzy Steve nel 2013.

Nei primi mesi del 2014, Scott firma un contratto con la TNA, la seconda federazione nord-americana per importanza e tra le più rilevanti del mondo.

Compie il suo debutto nell'aprile dello stesso anno, con il ring name Crazzy Steve ed interpretando la gimmick di un pagliaccio goffo e pazzo. Egli viene presentato come membro di una nuova stable nota con il nome The Menagerie e guidata da Knux e comprendente anche il possente The Freak e la valletta Rebel.
Nella puntata di Impact Wrestling dell'8 maggio la Menagerie assiste Knux nella sua vittoria contro Kazarian e la settimana successiva Steve affronta Kazarian nel suo incontro di debutto dove sconfitto per squalifica dopo aver abbassato i pantaloni dell'arbitro ed essersi preso gioco di lui.
Steve inizia quindi una serie di tentativi per vincere il titolo TNA X Division Championship ed il 15 giugno a Slammiversary XII prende parte ad un 6-way ladder match con in palio il titolo stesso che però viene dal giapponese Sanada[3].
Nell'episodio di Impact Wrestling del 17 luglio prende parte ad un gauntlet match nuovamente per il titolo X Division e che vede trionfare Austin Aries.

Il 23 gennaio 2015 partecipa al Feast or Fired ma non riesce ad impossessarsi di alcuna valigetta e nei mesi successivi partecipa ad alcuni match di coppia di basso rilievo e primariamente in coppia con Knux.
In seguito al licenziamento di The Freak, la Menagerie compete raramente in incontri tag team e la stable si scioglie definitivamente dopo che Knux lascia la compagnia il 19 maggio.

Nel corso dei mesi successivi Crazzy Steve torna alle competizioni singole e partecipa quindi al nuovo torneo TNA World Title Series come membro del Group Wildcard ma terminerà al quarto posto dopo aver subito una serie di sconfitte.

All'evento TNA One Night Only: Live Crazzy Steve diventa per la prima volta heel attaccando a sorpresa Tigre Uno dopo essere stato eliminato in un incontro valido per il titolo X Division.

The Decay (2016–2017)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Decay.

Nella puntata di Impact Wrestling del 26 gennaio 2016, attacca i Wolves assistito da Abyss e Rosemary e dopo l'assalto i tre rubano le cinture di coppia e formano così una nuova stable heel con il nome di Decay[4].
Il 19 marzo Decay sconfigge i detentori del titolo di coppia Beer Money, Inc. conquistando così il titolo TNA World Tag Team Championship e permettendo a Crazzy Steve vincere il suo primo titolo nella federazione.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Manager e vallette[modifica | modifica wikitesto]

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Crazzy Steve, in Online World of Wrestling. URL consultato il 15 settembre 2006.
  2. ^ a b c Wrestlingdata Profile, in wrestlingdata.com. URL consultato il 16 giugno 2014.
  3. ^ James Cauldwell, CALDWELL'S TNA SLAMMIVERSARY PPV RESULTS 6/15: Ongoing "virtual-time" coverage of Eric Young defending title against TBD opponents, Hall of Fame, more, in PWTorch. URL consultato il 16 giugno 2014.
  4. ^ 1/26 TNA Impact TV Report – Hardy vs. Hardy title match teased, Feast or Fired, more, su pwtorch.com.
  5. ^ GCW Tag Team Championship history, su cagematch.net.
  6. ^ MPW Super Saturday, su cagematch.net.
  7. ^ Pro Wrestling Illustrated, su profightdb.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]