Conferenza navale di Washington

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Conferenza navale di Washington in riunione

La conferenza navale di Washington fu una conferenza internazionale tenutasi nella omonima cittadina statunitense dal 12 novembre 1921[1] al 6 febbraio 1922.

Insieme alla conferenza di pace di Parigi (1919) regolò gli equilibri tra le potenze europee e mondiali dopo la prima guerra mondiale.

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

La conferenza di Washington portò alla stipulazione di quattro trattati:

  • il trattato delle nove potenze, in cui Stati Uniti, Gran Bretagna, Portogallo, Olanda, Italia, Francia, Giappone e Belgio si impegnano a non chiedere ulteriori concessioni unilaterali alla Cina, adottando invece il principio della "porta aperta", ed a mantenerne l'integrità territoriale;
  • l'accordo sino-giapponese, in cui il Giappone mantiene concessioni minerarie e ferroviarie in Manciuria ed in cambio restituisce alla Cina la sovranità sullo Shandong.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pier Paolo Ramoino, Una storia «Strategica» della Marina Militare Italiana, in RIVISTA MARITTIMA, settembre 2018, pag. 67.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàNDL (ENJA00574161