Concessioni Autostradali Venete

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Concessioni Autostradali Venete S.p.A.
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1º marzo 2008 a Venezia
Fondata da
Sede principaleVenezia
Persone chiave
  • Luisa Serato, presidente
  • Michele Adiletta, amministratore delegato
  • SettoreTrasporto
    Prodottigestione di autostrade
    Sito web
    Centro Operativo di CAV a Venezia-Mestre

    Concessioni Autostradali Venete - CAV S.p.A. è una società italiana che opera nel settore della gestione in concessione di tratti autostradali.

    Storia[modifica | modifica wikitesto]

    Nasce il 1º marzo 2008 con sede a Venezia in seguito alla Legge 244/07 (Legge Finanziaria 2008) dove all'articolo 2, comma 290 si dispone che:[1]

    Le attività di gestione, comprese quelle di manutenzione ordinaria e straordinaria, del raccordo autostradale “il Passante di Mestre” di collegamento tra l'Autostrada A4 – tronco Venezia- Trieste, delle opere a questo complementari, nonché della tratta autostradale Venezia-Padova, sono trasferite, una volta completati i lavori di costruzione, ovvero scaduta la concessione assentita all'Autostrada Padova- Venezia S.p.a., ad una società per azioni costituita pariteticamente tra l'ANAS S.p.a. e la Regione Veneto o soggetto da essa interamente partecipato. La società, quale organismo di diritto pubblico, esercita l'attività di gestione nel rispetto delle norme in materia di appalti pubblici di lavori, di forniture e di servizi ed è sottoposta al controllo diretto dei soggetti che la partecipano. I rapporti tra la società ed i soggetti pubblici soci sono regolati, oltre che dagli atti deliberativi di trasferimento delle funzioni, sulla base di apposita convenzione. La società assume direttamente gli oneri finanziari connessi al reperimento delle risorse necessarie per la realizzazione del raccordo autostradale di collegamento tra l'Autostrada A4 – tronco Venezia-Trieste, anche subentrando nei contratti stipulati direttamente dall'ANAS. Alla società è fatto divieto di partecipare, sia singolarmente sia con altri operatori economici, ad iniziative diverse che non siano strettamente necessarie per l'espletamento delle funzioni di cui al comma 289, ovvero ad esse direttamente connesse.[1]

    AISCAT ricorse al Tar del Lazio[2][3], al Tribunale civile, alla Commissione europea e all'Alta Corte di Giustizia del Lussemburgo, per contestare l'affidamento diretto a società pubbliche, pur in presenza di un mercato di operatori di settore, senza gara pubblica, del tratto Venezia-Padova a CAV. Non vi sono state azioni ostative da parte dei Tribunali aditi, ed anche la Commissione Europea si è pronunciata dichiarando di non essere in possesso di informazioni che prefigurino un aiuto di stato illecito riguardo l'assegnazione della gestione a CAV del Passante di Mestre e della tratta autostradale Venezia-Padova.[4]

    La concessione scadrà il 31 dicembre 2032.

    Assetto Societario[modifica | modifica wikitesto]

    La società è partecipata pariteticamente al 50% del capitale da ANAS S.p.A. e al restante 50% dalla Regione Veneto. Unica nel panorama delle concessioni autostradali italiane, la società ha per vincolo l'investimento complessivo degli utili in nuove infrastrutture per il Veneto, di concerto con la Regione e il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Non è prevista, infatti, alcuna redistribuzione dei dividendi fra i soci.

    Tratte gestite[modifica | modifica wikitesto]

    A4 tra Padova Est e il bivio con la A57-Tangenziale di Mestre

    Oltre al Passante di Mestre, CAV gestisce l'autostrada A4 dallo svincolo di Padova est a Venezia est (allacciamento con l'A57), l'A57 Tangenziale di Mestre (per i primi 16 km) e il raccordo con l'aeroporto di Venezia Marco Polo.

    Nello specifico la gestione riguarda le seguenti tratte autostradali:

    Sistema autostradale chiuso:

    • la A4 Passante di Mestre: dalla stazione di Padova Est (km 363+724) all’interconnessione est con la A57 (km 406+976);
    • la A57 Tangenziale di Mestre nel tratto compreso tra l’interconnessione ovest con la A4 (km 0) e la barriera autostradale di Venezia-Mestre (km 9+272).

    Sistema autostradale aperto:

    Lo sviluppo complessivo convenzionale delle opere è di km 74,1.

    In una visione più generale delle reti di collegamento europee, le strutture di CAV costituiscono una cerniera all’interno del quinto corridoio intermodale nel punto di innesto tra l’itinerario europeo E70, che collega La Coruña in Spagna con Trebisonda in Turchia, con l’itinerario E55 che unisce Helsingborg in Svezia con Kalamàta in Grecia.

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]