Distretto conciario di Santa Croce sull'Arno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Comprensorio del cuoio)
Jump to navigation Jump to search

Il distretto conciario di Santa Croce sull'Arno[1], noto anche come distretto del cuoio, comprensorio del cuoio o zona del cuoio, è un distretto industriale conciario della Toscana, esteso su un'area di 330,44 Km², comprendente i comuni di Bientina, Castelfranco di Sotto, Montopoli in Val d'Arno, San Miniato, Santa Croce sull'Arno e Santa Maria a Monte nella provincia di Pisa, e Fucecchio in provincia di Firenze[2].

Produzione e statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Nell'area vivono circa 98.000 persone; circa 10.000 sono occupate nel settore conciario, suddivisi in 900 imprese medio-piccole.

La produzione principale riguarda cuoio, calzature e articoli in pelle. L'indotto è costituito per lo più da ditte di prodotti chimici per la concia, officine di macchine per conceria e ditte di trasporti. Molte ditte sono specializzate in una singola fase della concia, o nella produzione di una singola parte della scarpa (parti che poi vengono assemblate nei calzaturifici).

Il 98% della produzione nazionale di cuoio da suola proviene da qui, così come il 35% della produzione nazionale di pelli, e il 30% della produzione nazionale di macchine per conceria.

Il 40% della produzione complessiva è destinata all'esportazione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Storia del distretto del cuoio.

L'attività conciaria vera e propria iniziò verso la metà dell'800 a Santa Croce, e a Ponte a Egola nel comune di San Miniato, con un grande sviluppo a partire dagli anni sessanta del XX secolo

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il comprensorio è allacciato alla rete autostradale dalla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno, via privilegiata anche per raggiungere il porto di Livorno, dal quale transita gran parte delle materie prime in arrivo e dei prodotti finiti in partenza.
Il comprensorio si trova sulla linea ferroviaria Firenze-Pisa-Livorno, ed è servito da due stazioni[3] che però da alcuni anni supportano solo il traffico passeggeri. Una stazione merci, il cosiddetto interporto, è in costruzione[4], per rilanciare il trasporto su rotaia dei beni in partenza e in arrivo.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Le squadre di calcio dei vari paesi hanno nomi che ricordano la "specialità" delle industrie locali: il Tuttocuoio di Ponte a Egola, la Cuoiopelli a Santa Croce sull'Arno, il Cappiano Pelli di Ponte a Cappiano, il Tuttocalzatura a Castelfranco di Sotto, i Calzaturieri Valdarno a Santa Maria a Monte.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Media[modifica | modifica wikitesto]

Nel comune di San Miniato ha sede la redazione Toscana dell'importante network radiofonico Radio Bruno, oltre alla sede operativa de Il Cuoio in Diretta, quotidiano on-line dei comuni del Comprensorio del Cuoio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Distretto conciario S.Croce sull'Arno - Economia circolare e sostenibilità - Ambiente - Cittadini - Regione Toscana, su www.regione.toscana.it. URL consultato il 6 febbraio 2017.
  2. ^ Distretto Industriale di S.Croce sull’Arno | Osservatorio Nazionale dei Distretti Italiani, su www.osservatoriodistretti.org. URL consultato il 6 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 7 febbraio 2017).
  3. ^ San Romano-Montopoli-Santa Croce nel comune di Montopoli val d'Arno e San Miniato-Fucecchio nel comune di San Miniato.
  4. ^ In località San Donato, nel comune di San Miniato, in prossimità dell'uscita Santa Croce della FI-PI-LI.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]