Comarche della Catalogna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Divisione in comarche della Catalogna fino al 2015

Le comarche della Catalogna (in catalano comarques de Catalunya, in castigliano "comarcas de Cataluña", in occitano comarcas de Catalonha) sono le entità territoriali in cui, al di sotto delle province, a si articola il territorio della Catalogna. Tale suddivisione ha la sua origine nel decreto della Generalitat de Catalunya del 1936, in vigore fino al 1939 e ripristinato nel 1987, dopo il ritorno alla democrazia. Il governo e l'amministrazione delle comarche sono controllati dai consigli comarcali.

Origini[modifica | modifica wikitesto]

La divisione comarcale della Catalogna del 1936 si configurava come una vera e propria suddivisione amministrativa, stabilita per decreto nello stesso anno dalla Generalitat de Catalunya, che divideva il territorio in 38 comarche e 9 supercomarche o Vegueries. La divisione fu definita a partire dagli studi fatti da una commissione creata ad hoc nel 1932, formata, tra gli altri, da Pau Vila, Antoni Rovira i Virgili, Josep Iglésies, ecc. Nel 1939, al termine della guerra civile, fu abolita dal regime di Franco.

Situazione attuale[modifica | modifica wikitesto]

Le comarche furono ristabilite nell'anno 1987 dalla Generalitat che adottò di nuovo questa divisione territoriale, modificandola nel 1988 per aggiungere la Pla de l'Estany, la Pla d'Urgell e la Alta Ribagorça, e nuovamente nel 1990 per modificare alcuni limiti territoriali.

Nel 2000 un gruppo formato tra gli altri da Miquel Roca e Jesús Burgueño ha proposto di creare altre comarche: il Moianès (capitale: Moià), la Vall de Camprodon (capitale: Camprodon), la Selva Marítima (o Marina) (capitale: Blanes), la Alta Segarra (capitale: Calaf) ed il Segre Medio o Mitjà (capitale: Ponts), ed inoltre di dividere il Baix Llobregat in due (la parte nord con capitale a Martorell). In tutti i casi si tratta di antiche rivendicazioni comarcali. Nell'anno 2015 è stata istituita la nuova comarca del Moianès, nata dall'unione di 10 municipi che in precedenza formavano parte delle comarche del Vallès Oriental, Osona e Bages (in quest'ultima si trovava il capoluogo del Moianès, Moià).

J. Burgueño, nel 2003, ha proposto di creare anche il Lluçanès (capital: Prats de Lluçanès), la Vall de Ribes (capitale: Ribes de Freser), la Ribera de Sió (capitale: Agramunt), la Baixa Segarra (capitale: Santa Coloma de Queralt) ed una terza comarca vallesana con capitale a Sant Celoni, ed inoltre di cambiare i confini di alcune comarche (Garrigues, Ripollès, ecc.).

I territori storici della Catalogna di solito coincidono con le antiche contee medievali dei Pirenei (Pallars, Ribagorça, Cerdagna) e con altre grandi unità fisiografiche (Penedès, Segarra, Vallès, Empordà).

In passato tali territori erano già considerati comarche, senza però alcun inquadramento amministrativo di carattere ufficiale, che venne sancito solo nel 1936, allorquando la regione fu suddivisa in comarche amministrative, precedenti quelle attuali, in funzione delle città ove si erano sviluppate attività economicamente rilevanti e che potevano fungere da capitali. Queste erano ad esempio l'Alt Penedès, il Baix Penedès e il Garraf in cui fu suddiviso il Penedès; Alt Empordà e Baix Empordà per l'Empordà; il Pallars Jussà e il Pallars Sobirà per il Pallars; il Vallès Occidental e il Vallès Oriental per il Vallès, ecc.

Comarche della Catalogna
Nome ufficiale (in catalano) Nome in

spagnolo

Popolazione Estensione (km²) Capitale
Alt Camp Alto Campo 33.635 544,7 Valls
Alt Empordà Alto Ampurdán 99.321 1.342,4 Figueres
Alt Penedès Alto Penedés 80.976 592,4 Vilafranca del Penedés
Alt Urgell Alto Urgel 19.105 1.446,9 La Seu d'Urgell
Alta Ribagorça Alta Ribagorza 3.477 426,8 El Pont de Suert
Anoia Noya 93.529 866,6 Igualada
Bages Bages 155.112 1.295,2 Manresa
Baix Camp Bajo Campo 145.675 695,3 Reus
Baix Ebre Bajo Ebro 66.369 987,9 Tortosa
Baix Empordà Bajo Ampurdán 102.566 700,5 La Bisbal d'Empordà
Baix Llobregat Bajo Llobregat 692.892 486,5 Sant Feliu de Llobregat
Baix Penedès Bajo Penedés 61.256 295,5 El Vendrell
Barcelonès Barcelonés 2.093.670 143,1 Barcellona
Berguedà Berguedá 37.995 1.182,5 Berga
Cerdanya Baja Cerdaña 14.158 546,4 Puigcerdà
Conca de Barberà Cuenca de Barberá 18.766 648,9 Montblanc
Garraf Garraf 108.194 592,4 Vilanova i la Geltrú
Garrigues Las Garrigas 18.999 799,7 Les Borges Blanques
Garrotxa La Garrocha 47.747 592,4 Olot
Gironès Gironés 136.543 575,5 Gerona
Maresme Maresme 356.545 396,9 Mataró
Moianès Moyanés 13.209 337,9 Moyá
Montsià Montsiá 57.550 708,7 Amposta
Noguera Noguera 34.744 1.733,0 Balaguer
Osona Osona 129.543 1.263,8 Vic
Pallars Jussà Pallars Jussá 12.057 1.290,0 Tremp
Pallars Sobirà Pallars Sobirá 6.174 1.355,2 Sort
Pla de l'Estany Pla de l'Estany 24.347 262,7 Banyoles
Pla d'Urgell Plana de Urgel 29.723 304,5 Mollerussa
Priorat Priorato 9.196 496,2 Falset
Ribera d'Ebre Ribera de Ebro 21.656 825,3 Móra d'Ebre
Ripollès Ripollés 25.744 958,7 Ripoll
Segarra Segarra 18.497 721,2 Cervera
Segrià Segriá 166.090 1.393,7 Lérida
Selva Selva 117.393 995,5 Santa Coloma de Farners
Solsonès Solsonés 11.466 998,6 Solsona
Tarragonès Tarragonés 181.374 317,1 Tarragona
Terra Alta Tierra Alta 12.196 740,0 Gandesa
Urgell Urgel 31.026 586,2 Tàrrega
Val d'Aran1 Valle de Arán 7.691 620,5 Viella
Vallès Occidental Vallés Occidental 736.682 580,7 Sabadell e Terrassa
Vallès Oriental Vallés Oriental 321.431 851,9 Granollers

1 In aranese, in catalano Vall d'Aran.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Spagna Portale Spagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Spagna