Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Tortosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando informazioni sull'omonima antica città della Siria, vedi Tartus.
Tortosa
comune
Tortosa – Stemma Tortosa – Bandiera
Tortosa – Veduta
Localizzazione
StatoSpagna Spagna
Comunità autonomaFlag of Catalonia.svg Catalogna
ProvinciaBandera actual de la provincia de Tarragona.svg Tarragona
Territorio
Coordinate40°48′46″N 0°31′24″E / 40.812778°N 0.523333°E40.812778; 0.523333 (Tortosa)Coordinate: 40°48′46″N 0°31′24″E / 40.812778°N 0.523333°E40.812778; 0.523333 (Tortosa)
Altitudine14 m s.l.m.
Superficie218,5 km²
Abitanti34 432 (2011)
Densità157,58 ab./km²
Comuni confinantiL'Aldea, Aldover, Alfara de Carles, L'Ampolla, Amposta, Beceite (TE), Camarles, Masdenverge, El Perelló, Roquetes, Santa Bàrbara, La Sénia, Tivenys
Altre informazioni
Cod. postale43500[1]
Prefisso(+34)...
Fuso orarioUTC+1
Codice INE43155
Cod. catastale43155
TargaT
Nome abitantiTortosini
ComarcaBaix Ebre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Spagna
Tortosa
Tortosa
Tortosa – Mappa
Sito istituzionale

Tortosa è un comune spagnolo di 34.432 abitanti situato nella comunità autonoma della Catalogna. È il capoluogo della comarca del Baix Ebre (in lingua castigliana Bajo Ebro, Basso Ebro).

Disposta lungo una vallata che si snoda a fianco del fiume Ebro (o Ebre), è una fiorente città ricca di vestigia monumentali fra cui un castello arroccato sulle alture e una cattedrale edificata fra il XIV e il XVI secolo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La località era abitata dagli Iberi con il nome di Ilerca. Successivamente, in epoca romana (II secolo a.C.-V secolo), prese il nome di Colonia Julia Augusta Dertosa. I Visigoti la conquistarono negli ultimi decenni del V secolo cedendola poi agli Arabi nel 714 (Ṭurṭūšah).

Anche dopo la riconquista (vedi: Reconquista) da parte di Ramòn Berenguer IV (metà del XII secolo, battaglie di Almeria e Tortosa) mantenne, in parte, un carattere islamico, data la presenza in zona di una numerosa comunità di moriscos (caso non frequente in Catalogna).

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il fiume Ebro, che attraversa Tortosa in senso longitudinale, trova una decina di chilometri più a sud-est lo sbocco in un ampio delta che si affaccia sul mar Mediterraneo.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Cattedrale di Tortosa[modifica | modifica wikitesto]

Palazzo episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Reials Col·legis[modifica | modifica wikitesto]

Fondata da Carlo V sono la migliore collezione di architettura rinascimentale Catalogna. Il conjunt formato architettonico conegut amb nom Reials collegis è per tre edificacions:

  • Collegi i Sant Jaume de Sant Maties.
  • collegi sant Domènec i Sant Jordi.
  • L'Església i Sant Domènec (actualment Centro di interpretazione del Rinascimento).

El Castell de la Suda o Sant Joan[modifica | modifica wikitesto]

Altro[modifica | modifica wikitesto]

  • Pareti e fortezze: Tenasses, Sitjar, Orleans...
  • Via Rosa: Palazzo Despuig, palazzo Oriol e palazzo Capmany.
  • Architettura del XIX i XX secolo: Mercato comunale, vecchio Matadero (Museu de Tortosa), palazzo Montagut, Casa Pilar Fontanet, Tempio di Riparazione, casa Lamote (Siboni), casa Brunet, clinica Sabaté, casa Ballester, casa Bernardo Grego, casa Pallarés, casa Camós, casa Llorca, parco comunale Teodoro González, etc.
  • Rifugio antiaereo numero 4 (Guerra civile spagnola).

Musei[modifica | modifica wikitesto]

  • Mostra permanente Santa Maria de Tortosa.
  • Museu de Tortosa.
  • Els Jardins del Príncep - Museu d'escultures a l'aire lliure de Santiago Santiago.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN126672939 · GND (DE4119664-8 · BNF (FRcb12121975n (data)
Spagna Portale Spagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di spagna