Coagulometro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il coagulometro è un analizzatore, manuale o automatico, che permette lo studio in vitro dei parametri della coagulazione del sangue e della fibrinolisi.

Fa parte della dotazione essenziale del laboratorio di analisi cliniche per la diagnosi delle malattie ematiche, dei difetti coagulativi, del monitoraggio della terapia anticoagulante orale (TAO) e del rischio operatorio.

Principi di funzionamento[modifica | modifica wikitesto]

Il coagulometro può, nella sua forma più semplice, essere immaginato come un cronometro comandato da uno spettrofotometro che, attraverso soglie di start / stop gestite da algoritmi specifici, determina la misura dell'analita in esame. Una parte di plasma citratato e preventivamente centrifugato, viene unito con specifici reattivi fino a che, con sistemi ottici o meccanici, viene rilevata la formazione del coagulo (test coagulativi) o una variazione colorimetrica (test cromogenici). Il sistema ottico provvede ad acquisire i dati grezzi che poi successivamente un software specifico analizza estrapollando i risultati strumentali.

Tipi di Coagulometro[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la loro destinazione d'uso principale, i coagulometri possono essere divisi in:

  • portatili
  • manuali
  • automatici

Coagulometro portatile

Sono strumenti aventi caratteristiche di buona trasportabilità, piccoli, leggeri, in grado eseguire un piccolo pannello di test o addirittura solamente la determinazione dell'INR per il controllo domiciliare della terapia anticoagulante orale. Sono gereralmente dotati di cartucce monuouso contenenti i reagenti e quanto serve per il funzionamento strumentale, al quale uso può essere istruito direttamente il paziente / utilizzatore. Funzionano generalmente con batteria ricaricabile o piccolo alimentatore di rete esterno.

Coagulometro manuale

Caratteristica dei primi coagulometri apparsi sul mercato, è costituito dal solo lettore nel quale le dispensazioni di plasma e reagenti / diluenti vengono eseguite tramite pipettamento manuale dell'operatore: lo strumento fornisce seguentemente i risultati generalmente espressi in unità di tempo.

Coagulometro automatico

Dotato di sistemi automatici di pipettamento / diluizione, ha generalmente un'alta cadenza analitica, un sistema di riconoscimento dei campioni da analizzare tramite barcode, unità di lettura evolute capaci di eseguire test coagulativi, cromogenici, immunoenzimatici e, in sistemi di ultima generazione, in chemiluminescenza e real time PCR, sistemi di stoccaggio dei reattivi raffreddati a bordo e sono strumenti generalmente gestiti da software specifici. Possono configurarsi come strumenti da banco, carrellati o inseriti in sistemi automatizzati di gestione dei campioni (catene).

Test[modifica | modifica wikitesto]

I test che normalmente, un moderno coagulometro, è in grado di eseguire sono i seguenti:

Altri test esistenti ma, data la loro particolarità e specificità, meno diffusi:

Case produttrici[modifica | modifica wikitesto]

Tra i principali produttori di coagulometri automatici per il laboratorio vi sono (in ordine alfabetico):