Clinia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Clinia (disambigua).

Clinia, figlio di Alcibiade il Vecchio del corsaro demo di Scambonide (in greco antico: Κλεινίας, Kleinías; Atene, prima del 480 a.C.Coronea, 447 a.C.), è stato un politico e militare ateniese del V secolo a.C., padre del famoso Alcibiade.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Plutarco Clinia faceva discendere la sua famiglia da Eurisace, figlio di Aiace Telamonio. Membro della famiglia degli Alcmeonidi, sposò Dinomaca, figlia di Megacle.[1]

Si distinse nella battaglia di Capo Artemisio (480 a.C.) armando coi suoi soldi una nave e provvedendola di 200 uomini di equipaggio.[2] Morì nella battaglia di Coronea (447 a.C.).[3]

A Clinia è attribuito il decreto di Clinia, che contribuì all'irrigidimento del processo di raccolta dei tributi nell'Impero ateniese; attribuendo questa iscrizione a questo Clinia (il padre di Alcibiade), ciò lo colloca all'inizio degli anni 440 a.C., convenzionalmente nel 447 a.C., visto che Clinia morì proprio quell'anno nella battaglia di Coronea.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Plutarco, Alcibiade, 1.
  2. ^ Erodoto, Storie, VIII, 17.
  3. ^ Tucidide, Guerra del Peloponneso, I, 113.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti secondarie