Classe Braunschweig (corvetta)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe Braunschweig
Korvette Braunschweig F260 2981.jpg
La capoclasse Braunschweig
Descrizione generale
Naval Ensign of Germany.svg
Tipocorvetta
Numero unità5
Caratteristiche generali
Dislocamento1.840
Lunghezza89,12 m
Propulsionemotori diesel MTU 20V 1163 TB 93 che producono 14,8MW, e pilotano due eliche a passo variabile.
Velocità26 nodi (48 km/h)
Equipaggio65 : 1 comandante, 10 ufficiali, 16 sottufficiali, 38 comuni
voci di navi presenti su Wikipedia

La classe Braunschweig, detta anche Korvette 130 è la più recente classe di corvette oceaniche della Deutsche Marine, costruita secondo lo standard MEKO.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Le navi sono costruite con caratteristiche stealth, cioè di bassa osservabilità radar e anche di bassa segnatura infrarossa. Sono dotate di ponte di volo in grado di ospitare un elicottero convenzionale, ma questo non trova posto nell'hangar. Da esse opereranno gli UAV Camcopter S-100 di quali la marina tedesca ha comperato un lotto di 6 unità.

Lista delle unità[modifica | modifica wikitesto]

Le navi non sono state costruite interamente in un singolo cantiere, ma a sezioni separate costruite in posti differenti contemporaneamente ed assemblate in un secondo tempo. Nella tabella sottostante quindi i cantieri elencati sono quelli nei quali è stata effettuata la cerimonia della posa della chiglia, in realtà solo simbolica visto che non esiste una unica chiglia ma un pezzo per ogni sezione.Tutte le 5 unità della classe sono attualmente in servizio[1].

Pennant
number
Nome cantiere Impostata Varata Accettata in servizio
F260 Braunschweig Blohm + Voss 3 dicembre 2004 19 aprile 2006 16 aprile 2008
F261 Magdeburg Lürssen Werft 19 maggio 2005 6 settembre 2006 22 settembre 2008
F262 Erfurt Nordseewerke 22 settembre 2005 29 marzo 2007 28 febbraio 2013
F263 Oldenburg Blohm + Voss 19 gennaio 2006 28 giugno 2007 21 gennaio 2013
F264 Ludwigshafen am Rhein Lürssen Werft 14 aprile 2006 26 settembre 2007 21 marzo 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ la classe sul sito ufficiale della marina tedesca, su marine.de. URL consultato il 23 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]