MTU Friedrichshafen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MTU Friedrichshafen GmbH
Logo
StatoGermania Germania
Forma societariaGmbH
Fondazione1909 a Friedrichshafen
Fondata daWilhelm Maybach
Sede principaleFriedrichshafen
GruppoDaimler AG
Prodottimotori diesel
Fatturato1,35 Mrd. EUR (2004)
Dipendenti9.500 (2012)
Sito web
Un MTU 20V4000M93 Dieselmotor alla fiera SeaJapan 2008

MTU Friedrichshafen GmbH, acronimo di "Motoren Turbinen Union" è un'industria tedesca che produce motori commerciali. Dopo essere stata in passato una divisione della Daimler-Chrysler la società nel 2006 è stata venduta alla EQT Partners, una società di investimenti svedese che ha unificato le società Detroit Diesel ed MTU Friedrichshafen costituendo una nuova società denominata Tognum. Ora la società è um marchio della Rolls-Royce Power Systems. Produce motori Diesel e sistemi di trasmissione per autoveicoli, navi, ferrovie e sistemi energetici da 20 a 10.000 kW (27 a 13.410 HP). Produce anche motori per Mercedes-Benz-Industriemotoren per applicazioni Off-Highway così come turbine a gas della General Electric per propulsione navale.

La fabbrica si trova nel centro della città di Friedrichshafen a poche centinaia di metri dalle rive del Lago di Costanza.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La società fondata il 23 marzo 1909 a Bissingen/Enz dall'industriale automobilistico Maybach come „Luftfahrzeug-Motorenbau GmbH“.

Nel 1912 si trasferì a Friedrichshafen e nel 1918 divenne „Maybach-Motorenbau GmbH“. Costruì motori per i cingolati della Wehrmacht.

Nel 1960 venne acquisita dalla Daimler-Benz, assieme a Jean Raebel. Nel 1966 divenne la casa costruttrice dei grossi motori Daimler-Benz come „Maybach Mercedes-Benz Motorenbau GmbH“. Nel 1969 venne utilizzato il nome „Motoren- und Turbinen-Union Friedrichshafen GmbH“ (MTU), società con Daimler-Benz, MAN e MTU München (oggi MTU Aero Engines).

Dal 2005 la MTU Friedrichshafen GmbH divenne al 100% della DaimlerChrysler AG (oggi Daimler AG). Soci sono la famiglia Maybach (7,2%), von Brandenstein-Zeppelin (3,124%) e la GBZ Holding GmbH (1,326%) – dall'inizio 2005 e altri come la DaimlerChrysler. La MTU Friedrichshafen GmbH divenne controllata organizzativamente della DaimlerChrysler Off Highway e Detroit Diesel Corporation (DDC) come la VM Motori.

Il 27 dicembre 2005 la DaimlerChrysler AG vende MTU per 1,6 miliardi di Euro alla svedese Private Equity EQT Partners.

Dal luglio 2006 il gruppo diventa Tognum GmbH. Il 2 luglio 2007 Tognum diventa Aktiengesellschaft.

Dal 2011 la Rolls-Royce divisione trasmissioni e Daimler AG creano la Engine Holding GmbH detenendo il 98,3% della Tognum.[1]

Il 26 agosto 2014 Rolls-Royce vende tutto a Daimler AG.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Al 2003 la società aveva ca. 6.700 occupati (5850 / 87% in Germania) con un fatturato di 1,3 miliardi di Euro. Nel 2004 il fatturato diventa di 1,35 miliardi di Euro. Nel 2003 vengono venduti 22.300 motori; nel 2004 26.000 motori.

Settori[modifica | modifica wikitesto]

Settore Percentuale fatturato 2003 Percentuale fatturato 2004
Navale 41 % 34 %
Industrie 17 % 21 %
Energiesysteme 12 % 17 %
Alberi trasmissione 11 % 9 %
veicoli militari 10 % 12 %
Einspritzsysteme 4 % 3 %

Fatturato[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Percentuale 2004
Germania 24 %
resto Europa 27 %
Asia 19 %
America 21 %
Australia/Oceania 8 %
Africa 1 %

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ tognum.com, abgerufen am 25. November 2013

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Hans-Jürgen Reuß: 100 Jahre MTU Friedrichshafen. Ein Jahrhundert Antriebstechnik zu Wasser, zu Lande und in der Luft. In: Hansa. Heft 3/2009, S. 40–45. Schiffahrts-Verlag Hansa C. Schroedter, Hamburg 2009, ISSN 0017-7504 (WC · ACNP)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN127305154 · ISNI: (EN0000 0004 0643 2445