Chrysolina sanguinolenta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Chrysolina sanguinolenta
Chrysolina sanguinolenta - El Torno - Cáceres Spain 003.JPG
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Coleopteroidea
Ordine Coleoptera
Sottordine Polyphaga
Infraordine Cucujiformia
Superfamiglia Chrysomeloidea
Famiglia Chrysomelidae
Sottofamiglia Chrysomelinae
Genere Chrysolina
Specie C. sanguinolenta
Nomenclatura binomiale
Chrysolina sanguinolenta
Linnaeus, 1758

Chrysolina sanguinolenta (Linnaeus, 1758) è un coleottero appartenente alla famiglia Chrysomelidae.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Adulto[modifica | modifica wikitesto]

Questo coleottero presenta una forma tondeggiante ed una colorazione molto simile a quella di Chrysolina rossia. Tuttavia può essere distinta da quest'ultima osservando la forma del pronoto: in questa specie è tondeggiante mentre in Chrysolina rossia è trapezoidale[1].

Larva[modifica | modifica wikitesto]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Chrysolina sanguinolenta è un coleottero di abitudini prettamente diurne e gli adulti compaiono con l'arrivo della primavera.[senza fonte]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Come la gran parte dei crisomelidi sia gli adulti che le larve sono fitofagi, cioè si nutrono di piante[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questo coleottero è visibile in tutta Europa centrale e settentrionale, al di fuori di Norvegia e Irlanda. É assente dall'Europa meridionale.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chrysolina rossia, in Forum Natura Mediterraneo. URL consultato l'11 giugno 2014.
  2. ^ Coleoptera - Chrysomelidae, in Insetti aracnidi e altri invertebrati da tutto il mondo, vol. 25, RBA Italia, p.2-3.
  3. ^ Chrysolina sanguinolenta, su eol.org.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi